🇮🇹 "Annuncio delle nuove stake pool scelte per la nostra strategia di delega"

:it: Traduzione italiana di “Announcing new stake pools chosen for our delegation strategy” scritto da Christian Lindgren nel blog IOG


Annuncio delle nuove stake pool scelte per la nostra strategia di delega

Impegnandoci per la salute e la diversità della rete Cardano, stiamo ora annunciando il nuovo round di vincitori per la delega

img

Cardano continua a crescere, alimentato da una comunità di stake pool operator (SPO) che lavora verso la visione di un ecosistema indipendente e globalmente decentralizzato. Gli stake pool sono sempre stati la forza trainante della rete Cardano e abbiamo lanciato la nostra strategia di delega per riconoscere e avviare i pool promettenti.

Per sostenere la nostra visione a lungo termine per la crescita di Cardano e la decentralizzazione della rete, abbiamo già delegato le quote dei pool IO Global a un certo numero di pool promettenti nell’ecosistema - per avviare la loro attività e sostenere gli obiettivi di sviluppo della comunità, i contributi tecnici e la distribuzione geografica. La nostra analisi ha dimostrato che il nostro contributo li ha aiutati a diventare più stabili nella rete e ad attrarre deleganti e membri della comunità che condividono le loro idee e obiettivi di sviluppo.

Diversità e distribuzione

Qualsiasi ecosistema comunitario ha bisogno dei suoi ingegneri e imprenditori, dei suoi tecnocrati e dei suoi diplomatici - a livello globale. Allo stesso modo, l’ecosistema del pool ha bisogno di un equilibrio tra grandi giocatori affermati, un nucleo forte e un afflusso di nuovi arrivati pronti a costruire un ulteriore successo su basi solide.

Il problema che molte stake pool attualmente affrontano è il loro riconoscimento all’interno dell’ecosistema o piuttosto la visibilità che permette di attrarre il supporto della comunità per garantire un funzionamento stabile e coerente del pool. Gestire una stake pool non è un processo facile; a differenza del mining, non presuppone un guadagno immediato di fondi dalla semplice creazione di un pool sulla macchina. Non puoi comprare la tua strada verso il successo attraverso un kit sempre migliore - infatti, Cardano è progettato per essere relativamente leggero sulle risorse di calcolo. Il funzionamento delle stake pool è un business complesso che ha le caratteristiche sia di una commodity che di un mercato distribuito, e richiede una miscela di abilità, persistenza e fortuna.

Ci sono molti fattori che influenzano il successo del pool e lo differenziano dagli altri. Prima di tutto, si tratta di fattori tecnici come:

  • Parametri: questo include il fattore di influenza del pledge, la dimensione relativa della saturazione del pool, la quota delegata al pool, e lo stake in pledge dai proprietari.
  • Fiscale: la quota variabile, la quota fissa e il pledge dovrebbero essere tutti presi in considerazione per garantire che il pool funzioni efficacemente, produca blocchi e guadagni ricompense per i suoi deleganti.
  • Performance: calcolata in base all’attività attesa del pool come rapporto tra il numero di blocchi che il pool produce in una data epoca e il numero che era in grado di produrre.
  • Missione complessiva: anche se il pool soddisfa tutti i requisiti di cui sopra, ciò non significa che diventi totalmente riconosciuto o che guidi l’attenzione diretta. Con oltre 2000 pool attivi nell’ecosistema, è essenziale rivelare alla comunità la missione che un certo pool sta cercando di raggiungere e spiegare perché questa precisa scelta è vantaggiosa per gli altri.

La capacità di differenziarsi è la chiave, ed è qui che entra in gioco il fattore marketing. Proprio come ogni azienda che cerca “clienti” in un mercato competitivo, nessuna pool verrà riconosciuta se non si annuncia, non racconta una storia, non costruisce la fiducia. Quindi, l’impegno per aumentare la consapevolezza si affianca alla vigilanza sulla manutenzione dei nodi. Come ogni piccola impresa - e questo è quello che è - richiede obiettivi chiari, e, naturalmente, gli obiettivi che aggiungono valore alla comunità mentre soddisfano la linea di fondo.

Opportunità

Abbiamo annunciato una nuova fase di presentazione delle domande all’inizio di aprile, e ora ci stiamo impegnando a ridelegare i nostri fondi a una nuova coorte di pool e - speriamo - ad aiutarli a crescere al loro potenziale.

Anche se vogliamo che ogni pool abbia successo, non tutti i pool avranno successo. Con la nostra delega, ci stiamo impegnando ad aiutare quei pool di pali che, in definitiva, non hanno ancora raggiunto il livello di consapevolezza desiderato. Uno dei problemi critici che un operatore di stake pool incontra è l’incertezza e l’incapacità di contare su ricompense consistenti. È come con gli investimenti in capitale di rischio - gli stakeholder investono in quei progetti in cui vedono ritorni sull’investimento. Ma cosa succede se la missione è molto importante e promettente, ma non c’è capitale per farla partire? In questi casi, molte aziende ricevono un sostegno iniziale (investimento) per dare impulso al loro sviluppo e raggiungere gli obiettivi desiderati.

Allo stesso modo, siamo disposti a sostenere le stake pools promettenti e ad aiutarle ad affermarsi all’interno dell’ecosistema, distribuendo ricompense più prevedibili e, quindi, attirando un maggior numero di delegati a sostenere la loro missione.

La differenziazione è la chiave del successo, e speriamo di poter fornire agli stake pool scelti opportunità per affermarsi e mantenere operazioni sostenibili e stabili senza fare affidamento sul fattore fortuna. Ora possiamo condividere i dettagli della nuova coorte di stake pool scelti per partecipare al nostro nuovo round di deleghe. Ma prima, uno sguardo più da vicino agli obiettivi e al processo.

Il processo

La scelta dei pool per la delega è sempre un processo complesso. Ogni pool attivo sta dando un contributo alla rete globale decentralizzata. L’ultima volta, quando abbiamo valutato i pool e i loro contributi, siamo stati guidati da fattori quali i loro obiettivi e lo scopo, la posizione geografica, il contributo tecnico, il rapporto stake & pledge e l’impegno della comunità/social media.

Con 700 pool da valutare, avremmo sempre deluso molti pool e alcuni potrebbero sentire di essere stati ingiustamente trascurati. Anche dopo un certo filtraggio iniziale, abbiamo avuto un campo di circa 300 pools che hanno soddisfatto molti dei criteri che abbiamo identificato. Grazie ancora a pooltool.io e adapools.org per aver fornito ulteriori fonti di dati durante il processo.

Lo scopo e la missione rimangono una parte importante di Cardano, quindi questo era di nuovo parte del mix. Un peso maggiore questa volta è stato dato anche ad altri aspetti chiave come la distribuzione geografica, l’attività sociale/comunitaria e il sostegno alla parte medio-bassa della rete. Pragmaticamente, il sostegno sostenibile deve concentrarsi sui pool che non sono né più forti né più deboli. È stata definita la seguente distribuzione delle deleghe:

  • 50% della nostra quota dedicata ai pool geograficamente distribuiti
  • 25% ai pool socialmente attivi con un solido potenziale tecnico
  • 25% ai pool di dimensioni medio-basse per uniformare l’equilibrio della rete

Diamo un’occhiata più da vicino ai fattori che hanno influenzato la nostra scelta per capire il ragionamento dietro di essa.

Distribuzione geografica

Cardano è una rete decentralizzata e distribuita di nodi che lavorano insieme per verificare la produzione dei blocchi e la validità delle transazioni nella rete. La decentralizzazione è la chiave di questo processo, poiché solo l’indipendenza dalle entità di governo stabilisce la fiducia e la sicurezza nella gestione delle attività finanziarie. Per garantire che la rete sia resiliente ai guasti di connettività, è essenziale che i nodi operativi di stake pool siano distribuiti in tutto il mondo senza una concentrazione significativa in un luogo. Questo è vantaggioso per la creazione di connessioni tra diverse regioni ed elimina un singolo punto di fallimento. Un minimo di due relays è stato un altro fattore in gioco come parte di questo.

Attività sociale/comunitaria

Il nostro sondaggio all’inizio dell’anno ci ha aiutato a capire che un problema critico che gli SPO devono affrontare è l’incapacità di differenziarsi. Per questo motivo, abbiamo usato un punteggio di impatto sociale di Pulsar per aiutarci a capire quali gruppi di interesse stavano guadagnando trazione tra i potenziali deleganti.

Oltre agli ‘ambasciatori’ della rete, abbiamo valutato gli stake pool socialmente attivi che operano per sostenere gli obiettivi di business nei loro paesi o per migliorare le varie attività della comunità. Abbiamo scelto quei pool che hanno una grande presenza sociale e l’impegno della comunità, ma hanno difficoltà a guadagnare una posizione più forte in termini di prevedibilità della ricompensa. Per essere chiari, la performance tecnica è ancora il fattore più importante - nessuna quantità di tweet o post su Reddit compenserà i blocchi mancati.

Equilibrio della rete

Con una tale varietà di pool di stake che funzionano tutti per scopi diversi, stiamo anche distinguendo i pool potenzialmente forti che hanno lavorato duramente per mantenere le attività della rete e sostenere la produzione di blocchi e la convalida delle transazioni. Delegando a questi pool, sosteniamo le imprese di piccole-medie dimensioni e aiutiamo i loro deleganti a guadagnare ricompense stabili.

A causa delle proprietà di sicurezza del protocollo Ouroboros, il processo di selezione per la produzione dei blocchi è alla fine randomizzato, e la probabilità di creare un blocco è proporzionale alla quantità di posta delegata.

Tale condizione è ben applicabile per un comportamento di ricompensa a lungo termine, tuttavia, in termini di tempi più brevi (una o più epoche), questa casualità può produrre una quantità imprevedibile di ricompense. Questo effetto aumenta quanto minore è la quantità di delega del pool, che a sua volta potrebbe avere un effetto collaterale indesiderato che sconcerta i deleganti che si aspettano una quantità prevedibile di ritorno sul loro stake.

Incontro con i vincitori

Ecco la lista dei 100 pool scelti per il nostro nuovo giro di deleghe. Se sei interessato a saperne di più su questi pool e la loro missione, puoi facilmente farlo su pooltool.io o adapools.org.

img

Puntiamo a delegare a questi pool a fine maggio/inizio giugno, quindi gli SPO possono aspettarsi di ricevere ada da allora per un periodo di tre mesi.

Guardando avanti

Per quanto siamo felici di riconoscere 100 stake pools che riteniamo abbiano un solido potenziale nel raggiungere gli obiettivi di business e nel sostenere la sostenibilità dell’ecosistema, comprendiamo comunque che ci sono molti altri contributori a cui non siamo in grado di delegare in questo momento. Vorremmo ringraziarvi per tutto quello che fate e se non siete stati selezionati questa volta, vi ricordiamo che avremo un nuovo giro di deleghe fra tre mesi.

Quindi, incoraggiamo tutti i pool che hanno perso a fare domanda di nuovo per la nuova coorte durante il Q3, e faremo una nuova chiamata per le domande a giugno per ruotare le delegazioni a luglio. Mentre l’analisi tecnica è il modo principale in cui i pool vengono identificati per la delega, accogliamo sempre con favore il feedback della comunità su come possiamo continuare a migliorare il processo. Siamo impegnati a vedere l’ecosistema Cardano andare di forza in forza. Insieme abbiamo creato il principale ecosistema proof-of-stake del mondo e vogliamo fare il possibile per mantenerlo e migliorarlo man mano che matura.

Grazie a Ben O’Hanlon, Colin Edwards, Francisco Landino, Sam Leathers, Olga Hryniuk & Tim Harrison per il supporto e i contributi aggiuntivi.