🇮🇹 "Collegare i non connessi, bancarizzare i non bancarizzati"

:it: Traduzione italiana di “Connecting the unconnected, banking the unbanked” scritto da Alex Hamilton nel blog IOG


Collegare i non connessi, bancarizzare i non bancarizzati

World Mobile e IOHK cercano di rivoluzionare il mercato globale delle telecomunicazioni

img

Dal boom del pay-as-you-go della fine degli anni '90, l’uso del telefono cellulare è cresciuto notevolmente. Eppure, metà della popolazione mondiale rimane non connessa. Si tratta di quasi quattro miliardi di persone, la maggior parte delle quali vive in aree svantaggiate o remote.

Ci sono molte ragioni per cui le persone non possono avere accesso a una rete mobile. La mancanza di infrastrutture è la causa principale, perché i fornitori di rete vedono pochi soldi da guadagnare dalla costruzione di antenne mobili in regioni inaccessibili. Quindi, finché non lo faranno, molte delle persone economicamente più svantaggiate rimarranno in svantaggio.

World Mobile Chain (WMC) intende livellare il campo di gioco. Fondata a Londra nel 2018, World Mobile è la prima rete globale costruita sulla tecnologia blockchain. La sua missione è quella di creare una sharing economy, volta a fornire connettività alle comunità remote di tutto il mondo. L’azienda ha recentemente iniziato una partnership con IOHK.

Sono andato a cercare un partner, mi sono guardato intorno e non ho trovato nessuno che fosse serio, tranne Charles Hoskinson e IOHK, nessuno aveva lo stesso livello di dedizione. Insieme, possiamo connettere chi non è connesso e fare da banca a chi non ha soldi - dice World Mobile Chain, CEO Micky Watkins.

Avventurarsi dove la domanda è più alta

Ci sono migliaia di operatori di rete mobile internazionali. Così com’è, questi operatori di rete funzionano su infrastrutture legacy, affittando torri cellulari, e poi vendendo i loro prodotti come minuti di tempo d’aria. Tutto questo opera su bande di frequenza altamente congestionate, come 3G, 4G e 5G. Tuttavia, questi operatori si rivolgono solo alle persone che sono già connesse, perché credono erroneamente che sia lì che si trovano i soldi.

World Mobile differisce nel suo approccio andando dove i bisogni delle singole persone sono più alti. Di solito, questo significa avventurarsi nelle regioni più remote. L’azienda bypassa le frequenze congestionate e usa altre parti dello spettro wireless, come lo spazio bianco televisivo e il Citizens Broadband Radio Service, o l’ottica free-space, dove i dati vengono trasmessi attraverso l’aria usando i laser. Infatti, l’azienda sta già collaborando con Google in Kenya sull’ottica free-space, “una tecnologia capace di trasferire dati a 20 Gbits/s su una distanza di 12km”, dice Watkins. Evitando le lunghezze d’onda su licenza, World Mobile può fornire connettività a una frazione del costo abituale. Watkins continua, “l’ispirazione per l’impresa è stato il puro shock di sapere che quattro miliardi di persone non hanno accesso a una rete mobile”.

Google, Microsoft e Facebook avevano cercato di trovare delle soluzioni, ma non erano riusciti a trovarle. Watkins connetteva le persone già da 15 anni (utilizzando tecnologie a microonde), quando nacque WMC. Il fatto che 64 miliardi di dollari all’anno vengono spesi per le telecomunicazioni in Africa, e che l’80% del miliardo di popolazione sub-sahariana non è collegata, il potenziale di WMC per sconvolgere l’industria è impressionante, sia in termini sociali che economici.

Connettività ad un costo notevolmente basso

Il piano è quello di rendere fattibile per le persone in aree remote di ospitare “nodi aerei”. Questi consistono in pali con pannelli solari che sono collegati a un punto di accesso wireless, poi collegati a WMC utilizzando minuscoli e accessibili computer Raspberry Pi. Ogni nodo costa meno di 5.000 dollari, molto meno di altri metodi. Questi dispositivi sono agnostici, e permetteranno agli abitanti dei villaggi nelle regioni remote dell’Africa di accedere al mercato delle telecomunicazioni. La connettività potrebbe offrire una valida opzione per guadagnarsi da vivere attraverso l’agricoltura o il commercio. Si tratta di un progetto in più fasi che sarà sviluppato in seguito a studi di fattibilità. Tuttavia, se tutto va secondo i piani, la prima economia di condivisione basata sulla comunicazione dovrebbe essere possibile entro tre anni.

WMC testerà il processo a Zanzibar, che vedrà da 100.000 a 150.000 persone portate sulla rete. Una volta a bordo, le persone prenderanno la proprietà e inizieranno a guadagnare dalla rete. Una volta che il processo è perfezionato a Zanzibar, sarà introdotto in Tanzania. Con un mercato potenziale di 20 milioni di persone in 13.000 villaggi, WMC stima che il suo attuale team potrebbe lanciare il progetto in 600 villaggi al mese. Far sì che solo il 15% di questi villaggi ospiti i nodi permetterebbe loro di guadagnare un reddito sostanziale, in un modo che prima non era possibile.

Si è parlato molto del potenziale economico del popolo africano. Tuttavia, un’area in cui il continente potrebbe finire per fare da apripista è la sicurezza dei dati. Le reti mobili esistenti sanno quasi tutto di noi, con i nostri testi, foto, persino le nostre chiamate che non sono veramente nostre. I dati sono diventati moneta corrente, e la privacy è qualcosa a cui rinunciamo quando ci iscriviamo alla rete di un operatore mobile. Tuttavia, WMC mira a modificare questo status quo incorporando un elemento di privacy nell’equazione. In futuro, le persone nei paesi sviluppati potrebbero crescere per invidiare l’auto-sovranità di quelli nel mondo in via di sviluppo.

Quindi dove entra in gioco IOHK?

È una visione audace che richiede un approccio fresco. L’incorporazione della blockchain WMC ha guardato IOHK, un’azienda con una presenza consolidata nel continente africano, così come una passione condivisa per l’equità e l’inclusione. Una partnership sembrava avere senso. Micky si aspetta che utilizzando Cardano per fornire alle persone un’identità digitale, WMC sarà in grado di portare la loro visione in realtà.

Creare un sistema finanziario per i mercati emergenti non è un compito facile. Tuttavia, con IOHK che fornisce un libro mastro decentralizzato e WMC che funge da ponte per il nuovo mercato, la connettività inclusiva e basata su blockchain è un passo più vicina. Sconvolgere il mercato globale delle telecomunicazioni non è qualcosa che può essere fatto da solo o durante la notte, e non è tutta una questione di soldi. I nuovi mercati saranno i mercati che nessun altro può raggiungere, ma con un team congiunto di individui esperti di tecnologia e industria, i prossimi anni saranno testimoni di una trasformazione globale senza precedenti, sia nella finanza che nelle telecomunicazioni.

Charles Hoskinson, Cardano e IOHK vedono una cosa in comune, creare un nuovo sistema finanziario per i mercati mondiali emergenti", aggiunge Watkins. IOHK ha fatto tutto il possibile, a livello peer-to-peer, e a livello scientifico per creare il software per farlo.

Per saperne di più sulla visione di World Mobile per l’Africa, non perdere il filmato presentato in anteprima come parte dello speciale #CardanoAfrica o visita il loro sito web.