🇮🇹 "Paul Oakenfold e Charles esplorano l'intersezione tra la musica dance e Cardano | IOG 29 Ott 2021"

:it: Trascrizione in italiano di “Paul Oakenfold and Charles Hoskinson explore the intersection of dance music and Cardano”.


Cardano e la musica elettronica si incontrano con una conversazione tra Charles Hoskinson e il pioniere della musica dance Paul Oakenfold. Entrambi i movimenti sono emersi attraverso una combinazione di tecnologia, creatività e comunità. Ora, due leader dell’industria esplorano opportunità di collaborazione che trovano nuovi modi per sostenere gli artisti mentre riuniscono il pubblico in tutto il mondo.

Eric: Oggi siamo in conversazione con Charles Hoskinson, CEO di Input Output e Paul Oakenfold, disc jockey di fama mondiale. Oggi parleremo della comunità, del suo potere, in particolare di quali sono le connessioni tra l’universo blockchain e l’universo della musica dance. Credo che il punto di partenza sia proprio come è iniziata questa connessione.

Paul: Il mio partner, Alan Shawman mi ha avvicinato, stavamo lavorando nello spazio NFTs, volevo davvero saperne di più, come abbiamo detto nella chiamata Zoom. Per me è sempre stata un’opportunità eccitante essere coinvolto con voi ragazzi, e da lì è iniziato tutto.

Eric: Qual è la connessione qui, ovviamente facciamo un sacco di lavoro intorno alla tecnologia, ma, ci stiamo muovendo anche nel sostenere gli artisti, come si collega questo alla missione di Cardano?

Charles: Affinché la tecnologia sia cool deve essere utile, quindi non deve essere usata solo da informatici, matematici, aziende della Fortune 500, deve essere usata da persone immensamente creative. Il bello della musica che fa e dell’ecosistema che abbiamo è che c’è sempre stata, con quel movimento, una mentalità all’avanguardia, la più grande tecnologia, i migliori mezzi per esprimersi, quindi in un certo senso questa è un’evoluzione naturale. C’è questa grande rivoluzione NFT, ma c’è un sacco di spazio aperto, un sacco di oceano blu da esplorare lì, su come si creano questi modelli, cosa faranno per permettere la creatività dell’artista, anche, come si può migliorare o cambiare il rapporto con i fan, in modo che alla fine si possa essere più vicini e avere un modello di business più sostenibile. Così abbiamo parlato con un sacco di artisti diversi nel corso degli anni, abbiamo CCR, Steve Miller che è venuto a suonare qualche anno fa in una delle nostre conferenze, ed è stato molto divertente, fino agli ZZ Top.

Paul: ZZ Top?

Charles: Sì, sì, gli ZZ Top, abbiamo fatto un’intervista a Billy, la barba va fino in fondo, è sul pavimento, è una cosa, è un ragazzo super gentile, ma ci sono generi tutto intorno. Si tratta davvero di una volta che hai le tue fondamenta, cosa puoi creare, e ognuno di loro ha idee diverse su cosa può essere creato, come crearlo, quale dovrebbe essere il rapporto con il fan. Il bello di questo genere di musica è che è così vicino alla tecnologia che si possono fare cose davvero uniche. Si potrebbe anche pensare a idee in cui i fan stessi possono effettivamente influenzare e interagire con la musica in tempo reale mentre la musica sta accadendo. Quindi sarà divertente da esplorare, è una cosa che continuiamo a creare per anni e anni e che torna a noi.

Eric: Ovviamente i fan sono davvero il fulcro della musica, ma si tratta anche di creare una comunità intorno alla tua musica. Lo spazio blockchain è stato costruito da questo movimento di base che è stato in sacche in tutto il mondo, trovandosi improvvisamente l’un l’altro, giusto? Quindi potete entrambi parlare un po’ del potere della comunità di creare questi movimenti?

Paul: Certo, penso che con la musica elettronica abbiamo una forte comunità, dipende da quale genere sei, techno, house, trans, ma in generale è una comunità molto forte e fedele. Quindi quello che accennavi prima, che trovo molto interessante, è che la tecnologia e la nostra forma di musica, la musica elettronica, sono molto vicine. Ho incontrato molte persone in passato che codificavano la musica elettronica. Così per me, sono sempre stato nel giro, guardando cosa stava succedendo nel loro spazio, per vedere quanto potevamo avvicinarci, cosa potevamo fare insieme.

Charles: La cosa fantastica è che quando pensi a come puoi stratificare queste tecnologie, una cosa che mi piace sempre vedere, sono un grande fan degli AMA, abbiamo costruito metà di Cardano con gli AMA, mi alzo alle 2:30 del mattino, non ho niente di meglio da fare, “ok, vado a parlare con la comunità asiatica, sarà divertente”, così mi metto i vestiti, vado in diretta, 5 mila persone stanno guardando, ricevi tutte queste domande e rispondi. Beh, se sei un musicista, un artista, cosa succede se sei davvero nel flusso, vuoi davvero fare un set ed è l’una del mattino? Cosa succede se hai la possibilità di andare in diretta in qualsiasi momento, la gente si presenta spontaneamente da tutto il mondo, e se gli piace il set, possono monetizzarlo, darti una mancia, questo genere di cose? Il costo di fare un esperimento del genere, farne un NFT, vedere cosa si può creare in tempo reale mentre si è nel flusso con i fan, è quasi zero con questo tipo di piattaforme. È semplicemente qualcosa che puoi permetterti, questa è una grande parte della nostra associazione con la musica elettronica come genere, è molto adatta a quel tipo di flusso di lavoro e a quel tipo di ecosistema. Ma poi andando oltre si comincia a pensare al business stesso, alla musica, al rapporto che si ha con i manager, con i produttori, alle relazioni che si hanno con i canali di distribuzione, alla proprietà delle cose, cosa significa veramente? Questa industria, nei prossimi dieci anni, ridefinirà completamente la proprietà intellettuale. Possiamo essere in prima linea, al centro, essere pionieri in questo senso, e alla fine speriamo di costruire un’industria che sia molto più giusta per gli artisti, perché alla fine della giornata.

Paul: Mi piace, uhu, mi piace.

Eric: Parte dell’idea di fare in modo che le persone possano interagire in modo significativo con l’arte è anche portarle nello spazio del live set, ecco perché siamo qui, non solo qui ma anche in altre città del mondo, per riunirle e fare quell’esperienza dal vivo. Quindi puoi dirmi, forse dal tuo punto di vista Paul, perché l’esperienza dal vivo è importante per i set di musica dance elettronica, e Charles, dal tuo punto di vista, perché è importante dal punto di vista di unire le comunità blockchain?

Paul: Per me non c’è niente di meglio dell’esperienza di fare il set e la folla è in contatto diretto, la puoi sentire, la puoi vedere, puoi sorriderle, quella connessione è così importante. Anche quando faccio musica, per esempio, potrei essere in studio questa settimana, potrei eseguire qualcosa, e forse non funziona, ma posso suonarlo dal vivo e vedere cosa funziona e cosa no, tornare in studio, cambiarlo fino al punto in cui so che sta realmente accadendo. E questa è l’esperienza per me, la performance dell’artista che amo.

Charles: Avere un pubblico dal vivo è così potente. Ho bevuto troppo ieri sera, ci stiamo divertendo, Wyoming, giusto? Così ho fatto questo discorso, 80.000 persone, mi sono svegliato con una sbornia orribile, cinque minuti prima di andare là fuori ero come “per favore datemi un caffè, lo capirò”. Quindi vai là fuori, cinque minuti dopo il discorso, sto andando alla grande, mi sto divertendo, perché le persone sono lì, puoi sentire l’energia, puoi sentire la passione. Non importa cosa hai fatto la sera prima, non importa, ti senti bene. E non c’è niente di simile al mondo, è davvero magico in questo senso. In termini di cosa fanno questi strumenti, nel momento in cui si mostra che le persone possono fare una professione di essere creative, si sblocca così tanto nel mondo. C’è una ragazza di 15 anni che mi manda delle lettere, nelle quali include queste opere d’arte, è un’artista di talento fenomenale, suo padre le ha sempre detto “non fare arte”. Beh, ha iniziato a disegnare tutto, a fare NFT, quest’anno ha fatto più soldi di suo padre al lavoro, ha 15 anni, “Penso che farò carriera facendo la pittrice, l’artista”. Wow, è così bello, questo permette alle persone di vivere i loro sogni in questo senso. Tutto quello che devi fare è costruire quella base e toglierti dai coglioni, lasciare che sentano quel flusso, potresti effettivamente farlo in uno spazio collaborativo con persone che non hai mai incontrato da tutto il mondo. Ricordo la ragazza che mi ha fatto dei disegni in Nigeria, il disegno a matita, che era assolutamente incredibile. Quando l’ha venduto, ha fatto abbastanza soldi per aprire uno studio d’arte a Lagos, e ora lavora a tempo pieno gestendo una galleria, invece di fare l’insegnante, è una cosa davvero incredibile se ci pensi. Questo è il modo in cui l’ho sempre visto, è trovare il modo di essere lì con le persone, di essere dal vivo con le persone, così vicini da poterne sentire l’odore. Andate e prendete il rischio, divertitevi, se avete la piattaforma e gli strumenti giusti, specialmente con quelli che abbiamo abilitato qui, allora saranno in grado di permettere il miglior flusso verso l’alto.

Eric: Entrambi voi signori avete creato messaggi incredibili che hanno chiaramente risuonato in tutto il mondo. Cosa ci vuole per creare quel tipo di messaggio che invita un sacco di gente?

Paul:: Per me è tutto, ne abbiamo parlato brevemente, l’esperienza, giusto, puoi vedermi fare un set, goderti lo spettacolo, essere parte dell’esperienza, la gente vuole questo, non è sufficiente fare un set, suonare, devi portare qualcos’altro al tavolo. E con la tecnologia, con quello che voi ragazzi state facendo, vedo delle opportunità ed è questo che mi eccita.

Charles: Sì, voglio solo aggiungere qualcosa. Davvero tutto ciò che serve è la passione. La gente al giorno d’oggi cerca integrità, genuinità, è così semplice, sii te stesso, non essere qualcun altro, vuoi avere una torta di aragosta, prendi una torta di aragosta, non lasciare che la gente ti giudichi. Se vedono che capiscono che sei una persona genuina, questo dà alle altre persone il coraggio di connettersi a questo ed essere loro stessi genuini. È così che si costruiscono i movimenti, un sacco di persone possono finalmente essere se stesse per la prima volta, possono lavorare insieme e costruire collettivamente qualcosa di molto speciale.

Eric: Prendendo l’idea dei movimenti, sei all’avanguardia della musica dance elettronica, che ha avuto un alto grado di importanza globale, ha cambiato il mondo della musica, ha cambiato anche il mondo della tecnologia. Probabilmente abbiamo visto molte evoluzioni in tutti questi mondi nel corso degli anni. Ora, lo spazio blockchain è abbastanza nascente. La mia domanda è: che consiglio hai per le persone che sono nello spazio blockchain, mentre si evolvono e arrivano con nuove idee creative che vogliono portare al mondo?

Paul: Muoviti sempre con i tempi, devi costantemente, perché il nostro spazio è sempre in movimento. Per essere al top di ciò che si fa bisogna sempre muoversi e cambiare con i tempi, altrimenti si rimane indietro.

Charles: David Bowie era solito dire, quando veniva intervistato, qual è la chiave del suo continuo successo, perché si reinventava continuamente più e più volte? E ha detto: “non essere mai a tuo agio, le cose grandi che fai sono quando sei in piscina e i tuoi piedi non toccano terra, devi sempre sperimentare, devi sempre essere un po’ fuori dalla tua profondità”, forse non troppo, ma abbastanza in modo da non sentirti mai come se avessi imparato tutto, non ti senti mai arrivato. E lo spazio blockchain, come qualsiasi altro, non è diverso. Abbiamo il trilione di dollari di Bitcoin a prova di lavoro, “wow, ok, missione compiuta”. No, ora c’è una completa reinvenzione dell’industria con la proof of stake, con le criptovalute di terza generazione, ci sono nuove criptovalute nascenti come Avalanche, ecc, sono totalmente diverse dalle precedenti, stanno attaccando i talloni, dicendo “Ehi, anche noi vogliamo essere qui”. Quindi sono sempre a disagio, e questa è in realtà una buona cosa, se qualcuno vuole essere un imprenditore, per innovare, deve interiorizzare quella sensazione di “qual è la prossima cosa da imparare, qual è la prossima cosa da collegare, qual è la prossima tecnologia da padroneggiare?”. E se si fa così si rimane sempre freschi. Confrontate questo con l’essere genuini, abbiamo l’umiltà, la mente del principiante, siete inarrestabili in questo senso.

Paul: Dalla nascita del cambiamento nella musica elettronica, dagli anni '80, c’erano sempre le discoteche, c’era sempre la musica elettronica in piccolo, ma il cambiamento è arrivato alla fine degli anni '80, inizio anni '90, e quello è stato un grande momento per la musica elettronica, non siamo più bambini nell’industria musicale, abbiamo 30 anni, è un business da miliardi di dollari, siamo qui per restare, è un movimento potente che abbiamo, ma abbracciamo il cambiamento tutto il tempo. Ciò che la tecnologia ha portato a questo è che noi come comunità abbiamo aperto gli occhi e detto “sì, andiamo, facciamo quello che vogliamo fare, cerchiamo di capire”. Quello che ho detto prima, abbiamo dei ragazzi che codificano la mia musica, anni fa mi dicevano questo, e io ero come “davvero?”, e si perdono nella zona, suonano la mia musica e codificano. Quindi ora siamo in una fase diversa, in un’epoca diversa, ed è eccitante.

Eric: Paul Oakenfold, Charles Hoskinson, grazie per essere venuti.

Charles: Grazie mille,

Paul: Grazie mille.