🇮🇹 "Portando ERC20 su Cardano"

:it: Traduzione italiana di “Bringing ERC20 to Cardano” scritto da Francisco Landino nel blog IOG


Portando ERC20 su Cardano

Il nostro nuovo convertitore ERC20 permetterà ai token di Ethereum come AGI di funzionare sulla nostra blockchain proof-of-stake - in arrivo su testnet

img

Collegare i protocolli blockchain e collaborare alle applicazioni sono essenziali per realizzare la promessa della finanza decentralizzata (DeFi) e fornire un’alternativa al sistema bancario tradizionale.

Secondo DeFi Pulse, un sito web di monitoraggio, criptovalute per un valore totale di oltre “75 miliardi di dollari sono ora bloccate” in DeFi. Un anno fa, il totale era di soli 700 milioni di dollari. La maggior parte di questo valore è sotto forma di criptovalute basate sullo standard ERC20 token.

Ma l’infrastruttura proof-of-work di Ethereum è messa a dura prova da costi sempre crescenti. Abbiamo previsto questo problema e fornire un’alternativa era uno dei principi fondanti che abbiamo stabilito per Cardano. Questo sta per diventare realtà.

Per espandere la varietà di casi d’uso per gli sviluppatori di applicazioni e le imprese, Cardano supporterà la migrazione dei token ERC20 sulla sua piattaforma. L’hard fork Alonzo e i contratti intelligenti Plutus sono in arrivo. Una volta distribuiti, gli utenti dei token Ethereum supportati saranno in grado di portarli dalla rete congestionata di Ethereum e approfittare della capacità di transazione di Cardano e delle commissioni più basse, godendo di una maggiore sicurezza, costi ridotti e interoperabilità.

Perché ERC20?

Diamo un’occhiata più da vicino alla natura di ERC20 per capire perché questo standard si adatta alle tendenze del mercato in termini di esigenze aziendali. In primo luogo, naturalmente, Ethereum ha portato il concetto di contratti intelligenti e “denaro programmabile” alla blockchain nel 2015. Da allora, la tokenizzazione e il token ERC20 hanno guadagnato popolarità a causa dell’utilità nelle transazioni commerciali quotidiane. Le applicazioni costruite su una blockchain possono fornire token che possono servire come:

  • un’unità di pagamento
  • un’unità di transazione
  • accesso a servizi digitali
  • una ricompensa o un incentivo
  • un diritto di voto
  • un meccanismo di investimento

I token ERC20 ben progettati rispondono a molte esigenze, e più diventano utili, più cresce la domanda e quindi il loro valore cresce di conseguenza. Questo è il motivo per cui questi token sono ampiamente utilizzati e sono così ben supportati da portafogli e exchanges.

Ethereum contro Cardano

Lo standard ERC20 è stato inventato per Ethereum, e ad oggi, ci sono oltre 400.000 contratti basati su questo standard di token con esempi che includono Binance coin (BNB), Tether (USDT), Uniswap (UNI), e Dai (DAI) per nominarne alcuni.

Ethereum è una piattaforma blockchain popolare e funzionale, ma sta rallentando e diventando più costosa. Man mano che più partecipanti alla rete interagiscono con le applicazioni decentralizzate, le tariffe “gas” pagate per convalidare le transazioni stanno aumentando bruscamente (Figura 1).

img

Figura 1. Le tariffe del gas di Ethereum sono in aumento

I problemi che stanno vivendo gli utenti di Ethereum sono stati identificati anche da un sondaggio di Cointelegraph citato in “DeFi Adoption 2020”:

Il 45% delle piattaforme costruite su Ethereum nomina la scalabilità e gli alti costi del gas tra i primi tre problemi che limitano l’adozione di massa della DeFi.

Ethereum non ha ancora risolto queste sfide ed è improbabile che lo faccia a breve termine. Quindi molte aziende vorranno considerare altre opzioni.

Consentendo la migrazione dei token ERC20 a Cardano, ci concentriamo sulla fornitura di una proposta di valore che sfrutta i vantaggi di Cardano rispetto a Ethereum. In particolare, la maggiore capacità di Cardano per l’elaborazione delle transazioni e le commissioni più basse rispetto al costo elevato e al traffico spesso congestionato di Ethereum.

Permesso da Ouroboros

La chiave per affrontare il problema della congestione della rete e delle tariffe elevate è il meccanismo di consenso Ouroboros proof-of-stake di Cardano. Rispetto al protocollo proof-of-work di Ethereum, Ouroboros ha bisogno di molta meno energia per elaborare le transazioni di rete; funziona utilizzando quantità di elettricità sulla scala di una grande casa, piuttosto che di un piccolo paese. Per questo motivo, Ouroboros non è solo eco-friendly, ma ha anche bisogno di commissioni molto più basse per elaborare le transazioni.

Inoltre, Cardano non richiede costi di esecuzione dei contratti intelligenti in quanto il ledger supporta la funzionalità nativa dei token con il suo modello di contabilità integrato. Questo significa che il tracciamento, il trasferimento e la proprietà di diversi tipi di beni sono gestiti dal libro mastro invece che dai contratti intelligenti. Mentre la creazione e il trasferimento di token ERC20 su Ethereum richiedono la modifica manuale del tipo di contratto standard, la logica per questo è costruita in Cardano, che elimina anche il rischio di errori e vulnerabilità.

Come funziona il convertitore ERC20

Cardano attualmente supporta ada e token nativi, che hanno dimostrato di avere successo con oltre 160.000 token coniati. Ora stiamo lanciando un convertitore ERC20 per garantire una migliore interoperabilità in futuro, oltre a creare una solida base per opportunità commerciali estese.

Il nostro convertitore ERC20 è uno strumento che permetterà alle organizzazioni emittenti e ai loro utenti di gestire la migrazione dei token ERC20 a Cardano. È progettato per gli emittenti di token (organizzazioni che desiderano consentire la migrazione dei loro token a Cardano), e i loro utenti (titolari di token) per utilizzare lo strumento per spostare i loro token ERC20 sulla rete Cardano.

Gli utenti possono convertire i loro token Ethereum in pochi clic, e una volta trasferiti, questi token saranno ‘tradotti’ in uno speciale token nativo su Cardano che ha lo stesso valore e funziona proprio come un ERC20. Inoltre, se l’utente desidera farlo in una fase successiva, può spostare i suoi token di nuovo nella rete di origine bruciandoli su Cardano. La convertibilità bidirezionale è integrata.

Presto faremo girare una versione dello strumento di conversione ERC20 su una testnet dedicata. IO Global sta attualmente lavorando con i partner per la migrazione a Cardano, e SingularityNET sarà il primo di questi. Il convertitore ERC20 introdurrà un nuovo token SingularityNET AGIX, la cui distribuzione segna la prima pietra miliare nel piano di migrazione SingularityNET a Cardano. Il testnet iniziale permetterà agli utenti di valutare il processo di migrazione lavorando con i token AGIX sia nei testnet Cardano che Ethereum Kovan.

Sarà possibile autenticare un account utilizzando Metamask (un’estensione per il browser Chrome) con altre opzioni che verranno in seguito. Gli utenti dovranno anche aggiungere il loro indirizzo testnet Daedalus in modo da poter migrare i loro token a Cardano e tracciare facilmente saldi e transazioni.

Quando gli utenti accedono al loro account del convertitore ERC20, vedranno i token SingularityNET elencati e disponibili per la migrazione e, cliccando su un token - dettagli come il saldo del token. Avranno solo bisogno di selezionare il token, indicare la quantità che vorrebbero convertire, e poi migrare specificando un indirizzo Cardano. Quando i token saranno migrati all’indirizzo, sarà possibile utilizzarli per pagamenti e transazioni dal portafoglio Daedalus. Tutte le attività saranno visibili sia all’interno di Etherscan che nel Cardano Explorer.

Figura 2. Cruscotto del convertitore ERC20

Nelle fasi successive, gli utenti vedranno diversi tipi di token all’interno della dashboard. I token disponibili per la migrazione saranno elencati per primi, e se non ancora idonei - sarà possibile iscriversi per ricevere aggiornamenti su eventuali cambiamenti.

Uno sguardo al futuro

Man mano che il numero di partnership con i convertitori ERC20 aumenta, la gamma di tipi di token supportati crescerà. Attualmente, i nostri partner devono essere custodi dei loro token, tuttavia, raggiungeremo una maggiore interoperabilità durante l’onboarding delle organizzazioni quando i contratti intelligenti Plutus opereranno su mainnet.

Il nostro obiettivo è quello di supportare molti token per creare possibilità di accordi commerciali. Quindi, più avanti, con una varietà di token, il convertitore ERC20 agirà come un ponte tra le blockchain, e questo promuoverà un’efficace comunicazione cross-chain.

*Il testnet del convertitore ERC20 è ora nelle fasi finali dei test di garanzia della qualità prima del lancio pubblico. Questa fase ci permetterà di testare l’esperienza dell’utente e migliorare la sua fruibilità insieme alla correzione di eventuali problemi che si verificano. Presto forniremo anche l’ambiente di testnet dedicato con la relativa documentazione e le istruzioni su come gli utenti possono testare le capacità del convertitore.

Condivideremo un aggiornamento al Cardano360 di maggio. Nel frattempo, rimanete sintonizzati e seguite i nostri annunci su Twitter per saperne di più a tempo debito!*