🇮🇹 "Cardano Ballot: sviluppare un'applicazione di voto decentralizzata"

:it: Traduzione italiana di “The Cardano Ballot: developing a decentralized voting app”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram



La preparazione di un evento internazionale come il Cardano Summit 2022 coinvolge diverse parti in movimento, con vari team che si occupano di diversi aspetti per garantire che le cose si svolgano nel modo più fluido possibile. Alla fine di luglio, il team Metadata Tools della Cardano Foundation ha ricevuto un nuovo compito: Supportare il Summit attraverso lo sviluppo di un’applicazione di voto che potesse essere facilmente utilizzata da chiunque. L’applicazione avrebbe dovuto sfruttare le possibilità della blockchain di Cardano e verificare ogni voto sulla catena.

Con soli due mesi di tempo per sviluppare una soluzione elegante e completamente funzionale, il team di Metadata Tools ha iniziato un periodo di intenso lavoro e di scoperta. Oggi il team, insieme all’intera Cardano Foundation, è lieto di presentare Cardano Ballot.

Gettare le basi per un’applicazione di voto

I requisiti principali per il Cardano Ballot implicavano un’applicazione che non solo fosse al servizio del Cardano Summit, ma che mostrasse anche i vantaggi e il potenziale della blockchain Cardano. Doveva essere progettata e realizzata in modo da consentire a tutti di votare per gli oratori scelti dalla comunità e per i candidati al Summit. Le votazioni dovevano inoltre essere gratuite per gli utenti e avere un limite di un voto per utente.

Il team di Metadata Tools ha preso in considerazione numerosi modelli di progettazione, alcuni dei quali utilizzavano transazioni di metadati, altri asset nativi, smart contract o la soluzione di scalabilità Hydra. È stata presa in considerazione anche l’opzione di riutilizzare le soluzioni di voto Cardano esistenti.

Abbiamo subito individuato l’impossibilità di affidarsi a modelli di voto ponderati che si basano sulla quantità di ada staked. Avevamo bisogno di garantire un peso di voto uguale per ogni utente e questi modelli non potevano naturalmente fornire tale garanzia. Inoltre, il team ha riscontrato alcune difficoltà nel limitare un portafoglio a un voto.

Il processo di sviluppo ha vistoCardano Ballot evolversi in un’applicazione di voto Web3 che ha utilizzato il nuovo Wallet Connector open source della Cardano Foundation, consentendo agli utenti di connettere un Cardano Wallet che supporta gli standard CIP 30 e CIP 8. Il team ha implementato due metodi distinti per verificare il portafoglio di un utente: ricorrere a un bot Discord o a un messaggio SMS. Sfruttando la firma dei messaggi CIP 8 e l’indirizzo di stake del portafoglio, abbiamo richiesto agli utenti di firmare un messaggio segreto fornito tramite uno dei due metodi, autenticando così la proprietà del portafoglio collegato.

La decisione di sviluppare questa nuova libreria Wallet Connector è stata duplice. In primo luogo, avevamo bisogno di una soluzione per il Cardano Ballot e, attraverso prove ed errori significativi, abbiamo scoperto numerosi problemi nei vari progetti di portafogli relativi alla connessione dei portafogli che ci impedivano di trarne un uso ottimale. In secondo luogo, il team voleva offrire ai futuri sviluppatori di Cardano una soluzione open source che eliminasse il probabile carico di lavoro e l’onere associato ai problemi nella loro forma attuale.

Promozione di strumenti open source e ottimizzazione dell’utilità

Oltre ai problemi identificati relativi ai portafogli, la libreria open source Wallet Connector ha cercato di fornire una soluzione leggera che non dipendesse dalle librerie di serializzazione esistenti. Pertanto, abbiamo sviluppato il componente React su misura per fornire una funzionalità che privilegi la connessione al portafoglio e la firma dei messaggi CIP 8. Il risultato finale è stato un connettore di portafoglio open source che consente a qualsiasi sviluppatore o progetto di introdurre la connessione e l’autenticazione del portafoglio Cardano senza problemi. Ci auguriamo che questo nuovo Wallet Connector migliori il viaggio degli sviluppatori di Cardano e aiuti a superare la limitata standardizzazione dei dispositivi e dei componenti di connessione al portafoglio riscontrata dal nostro team.

Con un portafoglio Cardano connesso e verificato, l’utente può ora redigere una scheda elettorale Cardano per i vari candidati nelle diverse categorie di oratori e premi del Summit. Una bozza di Cardano Ballot deve anche essere firmata utilizzando lo standard CIP 8, a quel punto può essere presentata come voto. In questo modo, l’applicazione utilizza il CIP 8 sia per verificare un portafoglio connesso che per firmare una bozza di voto. Il team ha fatto ricorso a CIP 8 anche per creare una funzione di accesso all’applicazione.

Durante il processo di sviluppo e implementazione del Wallet Connector open source, è emerso che l’attuale supporto per i dispositivi mobili nell’ecosistema Cardano è notevolmente limitato. Inoltre, esiste una notevole variazione nel modo in cui lo standard CIP 8 viene implementato nei diversi portafogli.

In futuro, la Cardano Foundation intende rilasciare un verificatore e un parser JAVA CIP 8 open source che possa essere incorporato nei progetti Cardano. Questo verificatore e parser JAVA CIP 8 consente la deserializzazione delle firme CIP 8 ed è specificamente progettato per supportare i flussi di lavoro di estrazione dei dati per SundaeSwap Governance. Allo stesso modo, la libreria supporta la generalizzazione del parsing delle firme CIP 8 utilizzando il popolare linguaggio di programmazione JAVA.

Il voto on-chain

Una volta che il Cardano Ballot è stato firmato e inviato al sistema, il team ha affrontato la sfida di decidere quale sarebbe stata l’opzione ideale per scrivere il voto sulla catena. Il metodo scelto avrebbe dovuto comprendere una serie di considerazioni, tra cui l’attenzione alla trasparenza e alla verifica, oltre che a un uso responsabile della blockchain.

Alcune discussioni in corso hanno discusso se la rete principale di una blockchain, spesso indicata come livello 1, debba essere utilizzata come database. Nel caso del Cardano Ballot, ciò significherebbe che tutti i voti firmati dovrebbero essere scritti sulla catena. Ciò fornirebbe certamente le caratteristiche di trasparenza e verifica desiderate, ma solleva anche delle preoccupazioni.

Con la conoscenza degli alberi di merkle e del loro significato per la verifica, il team ha cercato di individuare una soluzione responsabile che offrisse trasparenza e verifica, pur non utilizzando il layer-1 di Cardano come database. Durante questa fase combinata di progettazione e sviluppo sono iniziate le conversazioni con diversi progetti di proprietà della comunità.

Durante l’incontro con Voteaire, nonostante il team abbia identificato numerosi casi d’uso in cui il progetto rappresentava una soluzione ideale, è emerso chiaramente che l’integrazione con la loro soluzione di voto avrebbe richiesto la scrittura di tutti i voti sulla catena e quindi non corrispondeva ai nostri requisiti. Sono sorti anche alcuni problemi legati alla garanzia di un voto per utente. Ciononostante, le discussioni con Voteaire si sono rivelate preziose. Hanno approfondito informazioni cruciali sui problemi esistenti con il voto decentralizzato e con la fornitura di soluzioni verificabili agli utenti in modo economicamente vantaggioso.

SundaeSwap, invece, ha recentemente implementato un modello di governance che impiega gli alberi di merkle come mezzo per verificare i dati e che lo fa senza scrivere l’intero dato sulla blockchain di Cardano. Le approfondite discussioni con SundaeSwap, insieme alla loro disponibilità a condividere le preziose lezioni apprese durante lo sviluppo della loro soluzione, ci hanno permesso di identificare una soluzione valida per il meccanismo di verifica del Ballot di Cardano che fornisse trasparenza e verifica, senza tuttavia richiedere la scrittura di quantità molto elevate di dati sulla catena. Inoltre, il tutto a un costo minimo.

Questa partnership con SundaeSwap è anche un esempio del lavoro di collaborazione della Cardano Foundation con la comunità di Cardano. Fa parte degli sforzi costanti della Fondazione per mostrare e aiutare la maturità dell’ecosistema.

Da Cardano Ballot all’utilità della blockchain

Nel corso della progettazione e dello sviluppo di Cardano Ballot, il team di Metadata Tools ha riscontrato sia aspetti lodevoli all’interno dell’ecosistema di sviluppo di Cardano sia aree che potrebbero beneficiare di ulteriori esplorazioni e sviluppi. Con il desiderio di continuare a collaborare con l’ecosistema, stiamo ora documentando e analizzando i potenziali percorsi per migliorare l’esperienza degli sviluppatori e degli utenti di Cardano.

Sebbene Cardano Ballot sia stato progettato specificamente per il Cardano Summit 2022, ha suscitato discussioni su una soluzione di livello aziendale e su ciò che sarebbe necessario per implementarla. Sia la Cardano Foundation in generale che il team dei Metadata Tools in particolare sono a conoscenza della crescente ricerca e sviluppo dell’identità auto-sovrana (SSI). Siamo altrettanto consapevoli dell’emissione di identificatori decentralizzati (DID) su Cardano con progetti come Atala Prism, RootsID, IAMX e Sidetree-Cardano. Inoltre, numerosi standard e sistemi che esistono all’interno di SSI - come DIF, W3, Trust Over IP, KERI - dovrebbero essere presi in considerazione se l’obiettivo è quello di progettare e sviluppare una soluzione di identità veramente interoperabile.

Cardano Ballot sarà infine trasformato in una libreria open source. Ci auguriamo che possa diventare utile ad altri all’interno della comunità e per scopi diversi da quelli del Cardano Summit 2022.

Questo progetto di sviluppo ha fornito al team un’esperienza che ha aperto gli occhi, in quanto abbiamo identificato aree del percorso degli sviluppatori di Cardano che richiedono ulteriori discussioni. È in quest’ottica che la Cardano Foundation ha in programma di condurre un workshop su Wallet Connector e DApp al Cardano Summit 2022, oltre a ospitare discussioni sugli standard CIP, sul voto decentralizzato e altro ancora.

Il team di Metadata Tools e la Cardano Foundation invitano l’intera comunità Cardano a votare prima per le categorie degli oratori e poi per i Cardano Summit Awards inaugurali. Speriamo inoltre di vedere tutti di persona o virtualmente al Summit e ci auguriamo di continuare a collaborare con la comunità Cardano.