🇮🇹 "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla impermanent loss e che avevate paura di chiedere"

:it: Traduzione italiana di “Everything you always wanted to know about impermanent loss and were afraid to ask - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla impermanent loss e che avevate paura di chiedere

In che modo il modello EUTxO è migliore per la prevedibilità delle perdite impermanenti rispetto alle catene basate su account

img

Esclusione di responsabilità: Nulla di quanto contenuto in questo articolo è da intendersi come consulenza professionale, inclusi, senza limitazioni, consigli finanziari, di investimento, legali o fiscali. Input Output Global non è responsabile per l’uso o l’affidamento dell’utente sulle informazioni contenute in questo articolo.

Finanza decentralizzata (DeFi) è un termine generico che si riferisce ad applicazioni decentralizzate (DApps), servizi, protocolli e strumenti finanziari costruiti su blockchain. Si tratta di un segmento industriale relativamente nuovo, abilitato dalla tecnologia del libro mastro decentralizzato, il che significa che non esiste una singola autorità con controllo centralizzato sul sistema. Chiunque abbia familiarità con l’ambiente DeFi probabilmente conosce il concetto di perdita impermanente. È un concetto semplice con un nome fuorviante.

Cardano è una blockchain di terza generazione il cui ampio universo DeFi presenta, tra le tante DApp, gli scambi decentralizzati (DEX). Si tratta di protocolli di scambio di criptovalute che consentono ai peer di scambiare criptovalute tra loro. I DEX utilizzano due architetture principali: automated market maker (AMM) e order book. L’implementazione degli AMM è relativamente semplice e questo design è diventato la scelta di fatto per le catene basate sugli account. Tuttavia, questo design presenta alcune carenze intrinseche. Ad esempio, la loro tendenza a subire perdite impermanenti.

Cardano utilizza un modello di contabilità esteso di transazione non spesa (EUTxO) per tracciare il movimento degli asset attraverso la catena. L’EUTxO è deterministico, il che offre una migliore prevedibilità delle perdite impermanenti.

Questi concetti apparentemente non correlati si fondono in un’interazione molto interessante sulla blockchain. Questo articolo prende in considerazione i progetti DEX e spiega perché EUTxO offre una migliore prevedibilità delle perdite impermanenti rispetto ai modelli contabili basati sugli account.

Impermanent loss: definizione

Quando il valore totale degli asset forniti come liquidità è inferiore al valore che sarebbe maturato se li avessimo semplicemente tenuti.

Questa è la definizione più semplice di perdita impermanente, un concetto che suscita timore nei fornitori di liquidità.

La perdita impermanente si verifica quando il prezzo degli asset depositati in un pool di liquidità cambia (verso l’alto o verso il basso) rispetto al momento del deposito. In altre parole, il valore dei vostri asset quando li ritirate è diverso da quando li avete depositati nel pool di liquidità.

Il nome “impermanente” è leggermente fuorviante, in quanto una diminuzione del prezzo dei token potrebbe essere solo temporanea e il prezzo potrebbe risalire a seguito delle condizioni di mercato o di trading, ecc. In questo caso, la perdita sarebbe temporanea (cioè impermanente), perché il prezzo si è corretto verso l’alto. La variazione diventa permanente solo se il prezzo in dollari del token al momento del ritiro è inferiore a quello del deposito.

Si potrebbe sostenere che la perdita impermanente è il rischio che i fornitori di liquidità si assumono in cambio delle commissioni guadagnate dalla negoziazione di coppie di criptovalute sui pool di liquidità. Se la perdita è superiore alle commissioni guadagnate, il fornitore di liquidità realizza una perdita, cosa che non sarebbe accaduta se avesse invece conservato i propri token. È interessante notare che non è detto che si perda denaro, ma i guadagni potrebbero essere inferiori a quelli che si otterrebbero se si tenessero i token.

AMM vs order book

La comprensione della perdita impermanente richiede una conoscenza di base del funzionamento dei DEX. Attualmente i DEX utilizzano due modelli di progettazione: AMM e order book. Ognuno di essi presenta una serie di vantaggi e svantaggi per quanto riguarda la perdita impermanente, che vengono analizzati di seguito.

AMM

La modalità DEX Automated Market Maker (AMM) consente di negoziare automaticamente coppie di criptovalute utilizzando contratti intelligenti. Queste coppie sono solitamente (ma non sempre) un token basato su Ethereum e una stablecoin.

Gli AMM si basano sui pool di liquidità, che sono meccanismi che facilitano gli utenti a mettere in comune le loro attività negli smart contract. Più liquidità c’è nel pool, più facile diventa negoziare sul DEX a cui il pool è associato e più alte sono le commissioni e le ricompense guadagnate dai fornitori di liquidità. I pool di liquidità aggregano la liquidità fornita dagli investitori in entrambi i lati della coppia di trading. Il pool utilizza un algoritmo che esamina la liquidità corrente per calcolare il prezzo di mercato della coppia in quel momento. In altre parole, l’algoritmo considera la disponibilità di una particolare attività nel pool per determinarne il prezzo.

Gli AMM si affidano quasi esclusivamente ai fornitori di liquidità per fornire liquidità, al fine di espandere le dimensioni del pool e garantire che gli asset siano scambiati a un prezzo equo. Questa caratteristica progettuale significa che i fornitori di liquidità sono i market maker.

Naturalmente, i fornitori di liquidità devono essere incentivati a investire. Tale incentivo si presenta sotto forma di yield farming, ossia di ricompense in token guadagnate attraverso il prestito o l’accatastamento di asset digitali.

Order book

I meccanismi che stanno alla base del disegno degli order book sono noti da tempo nel campo dell’economia. Si tratta di un modello molto semplice. Il book degli ordini elenca semplicemente tutti gli ordini di acquisto/vendita (domanda/offerta, in questo contesto), quindi quando i trader inseriscono i loro ordini, il book degli ordini li ordina in base al prezzo dell’asset. Se c’è domanda e offerta, l’asset può essere scambiato.

I ledger basati su UTXO, come Cardano, sono molto più adatti all’architettura del libro degli ordini, poiché questo design, insieme alle caratteristiche EUTxO di Cardano, attenua gli effetti della perdita impermanente.

La (non) prevedibilità della perdita impermanente

I fornitori di liquidità forniscono liquidità ai pool in cambio di rendimenti finanziari. Ma questo comporta dei rischi. La quantità di token nel pool e il numero di fornitori di liquidità che vi contribuiscono sono fattori importanti per la possibilità che si verifichino perdite impermanenti, e tale considerazione è importante per i potenziali fornitori di liquidità. Le frequenti perdite impermanenti portano i pool a prosciugarsi e i fornitori di liquidità a rivolgersi altrove.

L’aspetto insidioso delle perdite impermanenti è che è molto difficile prevedere se si verificheranno o meno, e in che misura.

Perdita impermanente nelle catene basate su UTXO rispetto a quelle basate su Account

Introduzione rapida:

  • Catene basate su UTXO: non ci sono conti che tengono un saldo. Invece, i portafogli degli utenti tengono traccia di un elenco di uscite non spese associate a tutti gli indirizzi posseduti dall’utente, e calcolano il saldo dell’utente. UTXO è, per molti versi, simile alle transazioni in contanti. Il modello EUTxO di Cardano aggiunge un dato, ovvero i dati specifici del contratto. Questo è importante perché conferisce a Cardano la capacità di supportare contratti smart e multi-asset.
  • Modello basato su account - Questo modello di contabilità utilizza un account (che può essere controllato da una chiave privata o da uno smart contract) per contenere il saldo di una moneta. In questo modello, gli asset sono rappresentati come saldi all’interno dei conti degli utenti e i saldi sono memorizzati come stato globale dei conti. Lo stato viene conservato da ogni nodo e aggiornato a ogni transazione.

Ci sono diverse differenze fondamentali tra questi due modelli, ma quando si parla di AMM e di perdite impermanenti, c’è una distinzione chiave. Gli AMM che operano su catene basate su account tendono a utilizzare una formula di pricing Constant Formula Market Maker (CFMM), che è uno degli algoritmi più comunemente utilizzati per gli AMM. Questa formula contiene inefficienze intrinseche. Ad esempio, il Valore Totale Bloccato (TVL) - definito come la somma di tutti gli asset di criptovaluta in stake che guadagnano premi, interessi, ecc. In base a questo presupposto, i prezzi dei CFMM non sono realistici e tendono a non riflettere le reali condizioni di mercato. Inoltre, gli scambi con un basso volume di token tendono a determinare un elevato slippage (la differenza tra il prezzo previsto di un ordine e il prezzo di esecuzione dell’ordine stesso). Sebbene il CFMM sia una scelta popolare per gli AMM, queste inefficienze potrebbero comportare una diluizione dei ricavi per i fornitori di liquidità. E soprattutto, questa liquidità è soggetta a perdite impermanenti.

EUTxO e la progettazione di DEX di tipo order book come baluardo contro le perdite impermanenti

I vantaggi intrinseci dell’architettura EUTxO in termini di sicurezza, determinismo, parallelismo e scalabilità offrono un ambiente ideale per i DEX che utilizzano la struttura a libro d’ordini, in quanto presentano una maggiore resistenza alle perdite impermanenti. Un vantaggio fondamentale di questo design è la liquidità concentrata (liquidità allocata all’interno di un intervallo di prezzo personalizzato), che massimizza l’efficienza della liquidità e riduce al minimo le perdite impermanenti.

Perché lo stato globale non è un problema nelle blockchain basate su EUTxO

A differenza delle blockchain basate sugli account, in cui ogni singola transazione altera lo stato globale, nelle blockchain basate sugli UTXO la validità di una transazione viene valutata a livello di transazione e il saldo è la somma degli UTXO rimanenti. In altre parole, allo stato locale.

Questo pone immediatamente un problema per le catene basate sui conti. Una moltitudine di smart contract e altri attori interagiscono continuamente e influenzano lo stato globale, il che significa che vengono consumati beni e risorse e che i prezzi del gas salgono e scendono in continuazione. Un effetto collaterale di ciò è che le commissioni di transazione possono (e lo fanno) fluttuare. In effetti, ciò significa che le tariffe del gas di una transazione possono aumentare significativamente nell’intervallo tra l’invio e la convalida della transazione. Di conseguenza, una transazione del genere potrebbe non essere accettata dalla catena, ma le spese per il gas vengono prelevate comunque, portando potenzialmente a una perdita finanziaria per l’utente. Questo è uno dei principali difetti di progettazione della catena Ethereum.

Il modello EUTxO di Cardano non prevede sprechi di commissioni, poiché le transazioni vengono elaborate e convalidate a livello locale. Ciò si ottiene aggiungendo un dato (dati aggiuntivi) alla transazione. Il dato contiene informazioni specifiche del contratto, che vengono passate alla logica di convalida della transazione, mantenendo così il contesto deterministico di EUTxO. Ciò significa che le tariffe delle transazioni sono note in anticipo e non cambieranno. Un gradito effetto collaterale di EUTxO e del determinismo è che le transazioni non possono essere riorganizzate da malintenzionati, un altro rischio dei modelli basati sui conti.

La natura locale della convalida delle transazioni offre un altro vantaggio significativo: un elevato grado di parallelismo. Un nodo può convalidare le transazioni in parallelo, a condizione che tali transazioni non tentino di consumare lo stesso input. Questo non può essere fatto nelle catene Account-based, in quanto le transazioni devono essere elaborate in modo sequenziale.

Ulteriori miglioramenti

La piattaforma Plutus fornisce un linguaggio smart contract nativo per la blockchain Cardano. Le prossime proposte di miglioramento di Cardano (CIP) per Plutus includono:

CIP-31: Riferimenti di input CIP-32: Datum in linea CIP-33: Script di riferimento CIP-40: Output collaterali

Aspetti salienti:

  • La perdita impermanente è la differenza netta tra il valore di due criptovalute in un AMM basato su pool di liquidità.
  • La perdita impermanente viene calcolata confrontando il valore dei token al momento del prelievo con il valore della semplice detenzione.
  • Le Stablecoin hanno una stabilità di prezzo, quindi i pool di liquidità che utilizzano le Stablecoin possono essere meno esposti alle perdite impermanenti.
  • Le catene basate su UTXO che utilizzano il design dei DEX a libro d’ordini sono più resistenti alle perdite impermanenti rispetto ai DEX AMM delle catene basate sui conti.
  • Il modello EUTxO non prevede sprechi di commissioni, poiché le transazioni vengono elaborate e convalidate a livello locale.