🇮🇹 "Cardano, 5 anni dopo"

:it: Traduzione italiana di “Cardano, 5 years on - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Cardano, 5 anni dopo

Cardano compie cinque anni quest’anno, ed è quindi il momento ideale per dare uno sguardo ad alcuni dei risultati e delle pietre miliari che hanno definito l’evoluzione della blockchain.

img

Cardano è ancora giovane in termini relativi, ma lo era anche Mozart quando scrisse il Minuetto e il Trio in sol. Mozart compose una melodia edificante (alcuni la descrivono come affascinante), forse in virtù della sua giovinezza. La missione di Cardano è altrettanto stimolante: fornire un ecosistema equilibrato per soddisfare le esigenze dei suoi utenti.

Cinque candele brillano oggi. Cinque fari che segnano un percorso in avanti in questo viaggio nella memoria. Ecco alcuni dei momenti fondamentali che hanno contribuito a definire ciò che Cardano è oggi.

27 settembre 2017: Cardano - la blockchain di terza generazione

Charles Hoskinson e Jeremy Wood si sono seduti in un hotel nel 2015 e hanno parlato di blockchain e criptovalute. Quell’incontro divenne il primo passo verso la creazione di una blockchain di terza generazione che avrebbe portato avanti i principi pionieristici di Bitcoin ed Ethereum, affrontando al contempo le loro carenze tecniche. Per creare una rete completamente decentralizzata, che avrebbe dato potere a un’ampia comunità, portando avanti l’evoluzione e l’innovazione all’interno di un quadro sicuro e scalabile e, in ultima analisi, offrendo una vera alternativa ai restrittivi sistemi tradizionali del passato.

Charles Hoskinson ha dichiarato: “Più di cinque anni fa, avevamo il sogno di lanciare un meraviglioso ecosistema che avrebbe trasformato il mondo grazie al duro lavoro di milioni di persone come voi in tutto il mondo con la missione comune di migliorare i sistemi che utilizziamo ogni giorno, sia che si tratti di sistemi di voto, sia che si tratti di sistemi finanziari della catena di approvvigionamento”.

L’avvento di Cardano, due anni dopo, ha segnato l’inizio di quel viaggio verso la decentralizzazione e l’empowerment della comunità.

Il progetto Cardano è stato concepito attorno a tre collaboratori principali, ciascuno con ruoli distinti:

  • La Cardano Foundation, con sede in Svizzera, ha lo scopo di standardizzare, proteggere e promuovere la tecnologia e l’ecosistema Cardano;
  • IOHK, una società di ingegneria blockchain responsabile della costruzione della blockchain Cardano; e
  • EMURGO, un’entità responsabile della promozione di applicazioni commerciali costruite sull’ecosistema Cardano.

Il documento che descrive Ouroboros, il protocollo di consenso proof-of-stake di Cardano, è stato accettato al Crypto 2017. Il documento è stato successivamente citato oltre 1.300 volte. Da allora IOG ha pubblicato oltre 140 articoli di ricerca, molti dei quali sottoposti a revisione paritaria.

Le premesse per un viaggio incredibile erano state poste.

Luglio 2020: Passaggio a Shelley

Cardano è nato come rete federata con pochi nodi, una visione audace e una piccola comunità appassionata. All’inizio del 2020 il riavvio di Byron ha aperto la strada alla decentralizzazione, con una nuova implementazione dei nodi ricostruita da zero all’interno di un design modulare per supportare gli aggiornamenti futuri. Il più significativo di quell’estate fu l’aggiornamento di Shelley, che introdusse le stake pool e la delega. Ora ogni membro della comunità di ada holding ha davvero uno “stake” nel futuro. Nel primo trimestre del 2021, la comunità degli stake pool operator (SPO) ha iniziato a produrre il 100% dei nuovi blocchi. A settembre 2022, ci sono oltre 3.000 stake pool operative che mantengono, sviluppano e contribuiscono alla decentralizzazione di Cardano.

1 marzo 2021: I NFT arrivano su Cardano

Creare e scambiare token non fungibili (NFT) può essere sia uno sforzo creativo che un’opportunità commerciale. Oltre alle opportunità per artisti, creatori e collezionisti, la tokenizzazione apre le porte a una nuova gamma di casi d’uso della blockchain: proprietà di diritti digitali, beni immobili, cimeli sportivi, oggetti di gioco e molto altro ancora.

Il vantaggio di Cardano quando si tratta di NFT è che i token sono coniati nativamente sulla blockchain, a differenza di Ethereum, che richiede contratti intelligenti per farlo. La rimozione di questo livello di complessità significa che i NFT di Cardano sono più facili ed economici da coniare.

Cardano ha una delle comunità più vivaci del settore, con centinaia di progetti lanciati.

12 settembre 2021: Contratti intelligenti

Alonzo è stato un importante aggiornamento per Cardano. Tra gli altri cambiamenti significativi, Alonzo ha permesso la creazione di contratti intelligenti, aggiungendo così la programmabilità alla blockchain. Questo, a sua volta, ha aperto la strada allo sviluppo di applicazioni decentralizzate (DApp). A settembre 2022, su Cardano sono stati implementati 3.228 contratti intelligenti.

22 settembre 2022: aggiornamento di Vasil

Il defunto Vasil St. Davov era un matematico, programmatore, polimatico e ambientalista bulgaro che ha piantato oltre 10.000 alberi durante la sua vita. È stato anche un grande ambasciatore ed entusiasta di Cardano. Su suo esplicito invito, nel 2019 Cardano ha ospitato le celebrazioni per il suo secondo anniversario nella sua città natale, Plovdiv. Purtroppo Vasil è morto nel 2021, ma la sua eredità continua a vivere attraverso l’ultimo aggiornamento di Cardano, che porta il suo nome.

Vasil introduce una serie di miglioramenti e di perfezionamenti che migliorano ed espandono notevolmente le capacità e l’espressività di Cardano. Le nuove funzionalità di Plutus v2, ad esempio, consentiranno agli sviluppatori di DApp di creare nuove ed entusiasmanti esperienze. Un’altra nuova caratteristica chiave, il pipelining di diffusione, facilita un maggiore throughput e una maggiore capacità di rete.

Ai tempi di Shelley, IOG introdusse il parametro d, ovvero il parametro che regola la percentuale di transazioni elaborate dai nodi genesis. Il valore originale di d era impostato su 1, il che significava che ogni blocco veniva prodotto dalla rete di nodi federati di IOHK. Il 31 marzo 2021, d è stato ridotto a 0, il che significa che tutti i blocchi sono stati prodotti dalla comunità SPO. L’aggiornamento di Vasil ha eliminato del tutto d. Si tratta di un fatto molto significativo, poiché la rimozione completa di d consolida la decentralizzazione e impedisce qualsiasi futuro ritorno alla federazione.

IOG ha recentemente pubblicato un’approfondita spiegazione di tutto ciò che Vasil ha da offrire.

Per concludere: l’hard fork combinator (HFC)

Nella maggior parte delle blockchain, un hard fork è un evento “traumatico” che può comportare tempi di inattività, il riavvio della catena, la perdita di compatibilità o tutte e tre le cose.

Non è così per Cardano, grazie a una tecnologia chiamata hard fork combinator (HFC), progettata per consentire la combinazione di diversi protocolli, senza dover apportare modifiche significative. Utilizzato per la prima volta durante la transizione da Byron a Shelley, l’HFC combina due diversi protocolli su un unico libro mastro, consentendo ai nodi di eseguire più versioni del protocollo per un certo periodo di tempo e garantendo transizioni senza problemi.

Conclusione

Il viaggio è importante quanto la meta

Cinque anni fa, partendo da pochi nodi federati, Cardano ha mosso i primi passi come blockchain di terza generazione progettata per affrontare le sfide inerenti alle generazioni precedenti.

Oggi, cinque anni di lavoro su cinque temi di sviluppo (Byron, Shelley, Goguen, Basho e Voltaire), oltre 3.000 nodi e diversi milioni di NFT dopo, Cardano è una delle più grandi blockchain proof-of-stake al mondo. Con l’ecosistema in continua crescita e una nuova entusiasmante era di governance della comunità che si prospetta con Voltaire.

Charles Hoskinson ha dichiarato: “A nome del team IOG, grazie a tutti voi per essere parte di questa comunità. Grazie a tutti voi per i contributi che avete dato. E grazie per essere parte della famiglia Cardano. Questo è davvero un lavoro d’amore e noi amiamo quello che facciamo. E amiamo lavorare con tutti voi. Sono stati cinque anni lunghi. Sono stati cinque anni positivi e non vedo l’ora che arrivino i prossimi cinque anni. Salute”.

1 Like