🇮🇹 "Dati Cardano su BigQuery"

:it: Traduzione italiana di “Cardano data on BigQuery - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Dati Cardano su BigQuery

BigQuery consente di interrogare i dati di Cardano in modo rapido, fluido e a basso costo.

img

La blockchain Cardano sta rapidamente diventando un alveare di sviluppo per applicazioni decentralizzate (DApps) e soluzioni di finanza decentralizzata (DeFi). Con quasi un centinaio di progetti già attivi e oltre mille progetti in fase di costruzione, il database delle transazioni di Cardano continua a crescere.

L’interrogazione dei dati è essenziale per i progetti in corso o per gli sviluppatori che lavorano sulla blockchain. Perché? Perché l’accuratezza dei dati è alla base di attività sicure e prive di fiducia. Pensate ai portafogli. Per elaborare una transazione, il sistema deve sapere quanti fondi avete e se sono sufficienti a coprire la transazione prevista. La registrazione di questa transazione viene poi aggiunta alla catena, il che richiede che il portafoglio sia completamente sincronizzato con l’ultimo stato della blockchain.

Se state costruendo su Cardano, probabilmente avrete bisogno di interrogare i dati della blockchain. In questo post discutiamo alcune opzioni, tra cui un modo per interrogare i dati di Cardano utilizzando Google BigQuery.

Interrogare i dati di Cardano

Migliaia di nodi decentralizzati gestiscono la rete Cardano, ognuno dei quali possiede una copia completa della blockchain. Poiché le dimensioni della blockchain aumentano costantemente con il numero di nuove transazioni e dati aggiunti alla catena, il tempo per sincronizzare l’intera storia della blockchain aumenta di conseguenza.

Cardano DB Sync è uno dei componenti principali di Cardano, che fornisce un modo conveniente per trovare e interrogare le informazioni storiche dalla blockchain di Cardano. DB Sync si connette al nodo locale come client e si sincronizza con l’attività sulla catena. L’utilizzo di DB Sync, tuttavia, richiede conoscenze tecniche approfondite per gestire un nodo e un server di database locale.

Per rispondere all’esigenza di fornire un’alternativa più semplice per l’interrogazione dei dati, sono apparse diverse soluzioni. A seconda delle competenze tecniche, dei requisiti software e delle esigenze, gli utenti possono scegliere tra una serie di soluzioni guidate dalla comunità che mirano a semplificare l’interrogazione dei dati. Cardano Blockchain Insights, ad esempio, fornisce dati sulla blockchain in grafici e cruscotti visivi utilizzando Google Data Studio. Scrolls e Blockfrost sono tra le altre soluzioni che mirano a ottimizzare il lavoro con i dati della blockchain.

IOG sta introducendo un’opzione di Google BigQuery per lavorare con i dati di Cardano. Google BigQuery semplifica la ricerca dei dati senza la necessità di eseguire software specializzati. Tutti i dati vengono recuperati direttamente da Cardano DB Sync e convalidati per garantirne l’accuratezza. Ciò significa che, grazie a un sofisticato processo di convalida dei dati, gli utenti possono essere certi di avere accesso agli stessi dati presenti nel DB Sync. BigQuery organizza i dati di Cardano per numero di epoche, il che consente di effettuare query per epoche, con conseguente riduzione dei costi. Utilizzando inoltre Google Data Studio, è possibile creare visualizzazioni e cruscotti avanzati basati sui dati di BigQuery.

Come funziona BigQuery?

Assicuratevi di aver effettuato l’accesso al vostro account Google Cloud Platform e di aver abilitato l’API BigQuery. Iniziare a lavorare è semplice:

Ora è possibile interrogare i dati della blockchain Cardano.

Interrogazione

Utilizzare il dataset è piuttosto semplice. È possibile selezionare qualsiasi tabella di interesse e fare clic su “Query” per ottenere i dettagli:

img

Figura 1. Cruscotto di analisi dei dati IOG

È inoltre possibile importare i dati interrogati in Google Data Studio. In questo modo è possibile creare vari grafici e diagrammi per visualizzare le statistiche delle transazioni o dei blocchi. Vedere alcuni esempi di Cardano Blockchain Insights qui.

Processo di aggiornamento dei dati

Ci sono diverse cose da notare quando si lavora con BigQuery:

  • I dati vengono recuperati e copiati da DB Sync ogni due ore.
  • I dati vengono aggiornati solo agli ultimi 20 blocchi circa prima dell’altezza del blocco corrente in DB Sync. Questo è essenziale per evitare il rollback dei blocchi in caso di fork della catena.

I costi

Di solito, il costo per l’interrogazione dei dati su BigQuery è di 5 dollari per terabyte (TB) di dati elaborati. Esiste anche una quota gratuita di un TB di dati al mese. Per saperne di più, consultare i dettagli dei prezzi di BigQuery. È importante notare che le tabelle di dati Cardano sono divise per numero di epoca, il che consente di interrogare i dati per l’epoca esatta scelta, riducendo la quantità di dati elaborati e quindi i costi.

Siete pronti a provarlo?

Attualmente, il progetto Cardano BigQuery è in versione beta. Non include tutti i dati della blockchain, in particolare i dettagli dello stake e delle ricompense dello staking. Il team di IOG sta lavorando al suo ulteriore sviluppo e, nelle future iterazioni, il set di dati analitici di IOG coprirà tutti i dati di Cardano provenienti da DB Sync.

Per iniziare a lavorare con uno strumento, assicuratevi di leggere la documentazione con un tutorial passo dopo passo. Troverete anche diversi schemi di tabelle con query di esempio.

Siamo lieti di ricevere il vostro feedback, che potete condividere inviando un’e-mail a data-analytics@iohk.io.

Vorrei ringraziare Alexander Diemand e Thomas Kaliakos per il loro contributo e supporto nella preparazione di questo blog post.

Esclusione di responsabilità legale

In questo articolo sono presenti dei link che portano a un sito web di terzi, di proprietà e gestito da una parte indipendente su cui Input Output Global, Inc. non ha alcun controllo (“Sito web di terzi”). Qualsiasi utilizzo del sito web di terzi sarà soggetto e qualsiasi informazione fornita sarà regolata dai termini del sito web di terzi, compresi quelli relativi alla riservatezza, alla privacy dei dati e alla sicurezza.