🇮🇹 "Cardax: Costruire il primo exchange decentralizzato basato su Cardano"

:it: Traduzione italiana di “Cardax: Building the First Cardano-based Decentralized Exchanges”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Cardax: Costruire il primo exchange decentralizzato basato su Cardano

Fin dall’inizio delle attività di trading digitale, la maggior parte delle transazioni di criptovalute passa attraverso exchange centralizzati basati sulla fiducia. Tuttavia, negli ultimi anni, abbiamo visto alcune innovazioni interessanti in termini di tecnologie di trading all’interno dello spazio blockchain. Una di queste innovazioni è il concetto di exchange decentralizzati (DEXes), che permettono ai trader di trovare i loro pari e transare direttamente on-chain. Attraverso i DEX, le controparti eliminano la loro dipendenza dagli exchange centralizzati e i rischi di custodia associati, come il furto o gli hack.

Il numero di scambi decentralizzati è aumentato negli ultimi anni. Per esempio, nella famiglia Ethereum, c’è Uniswap, Airswap Protocol, Etherex, IDEX, e altri. Quando si tratta dell’ecosistema Cardano, non esiste ancora un exchange decentralizzato. I token costruiti su Cardano non hanno un exchange nativo in cui essere quotati. Per risolvere questo, un team di sviluppatori ha presentato una proposta di Fund 4 su Project Catalyst. Stanno cercando 50.000 dollari di finanziamento per sviluppare Cardax, che servirà come primo DEX nell’ecosistema Cardano.

Il team

Dietro la proposta del progetto Cardax c’è Ryan Morrison, che guida il team di Quant Digital - una società che sviluppa su Cardano. Ryan, che è un professionista di marketing di grande esperienza, operatore di stakepool e imprenditore, ritiene che il suo team sia ben equipaggiato con le conoscenze tecniche e di marketing per rendere il progetto un successo. Il team è composto da sviluppatori e appassionati di criptovalute con una profonda conoscenza degli asset nativi, dei contratti intelligenti su Cardano e dell’intero ecosistema blockchain. Alcuni progetti simili su cui il team ha lavorato includono Celsius, Open Ocean e Bitcoin EU.

Uno sguardo piĂą da vicino alla tabella di marcia del progetto Cardax

Cardax è un exchange decentralizzato che sarà alimentato dal protocollo Extended Automated Market Maker (EAMM). Mira a fornire liquidità ai progetti che emettono token nativi su Cardano. A seguito dell’attivazione dell’hard fork Mary sulla rete principale di Cardano, che ha portato i token nativi e il supporto multi-asset a Cardano, c’è una maggiore necessità di sviluppare un exchange nativo. Inoltre, con l’imminente lancio dell’era Goguen, i contratti intelligenti consentiranno lo sviluppo di applicazioni decentralizzate su Cardano.

Questi sono enormi balzi in avanti che apriranno entusiasmanti casi d’uso di Cardano a livello aziendale. Avere uno scambio nativo di Cardano affronterà alcune sfide commerciali e lacune all’interno dell’ecosistema. Alcune caratteristiche e capacità che Cardax porterà alla rete Cardano includono:

  • Supporto per qualsiasi token nativo di Cardano
  • CapacitĂ  di unirsi a pool di liquiditĂ  per raccogliere commissioni su coppie ADA- token nativi di Cardano
  • Prezzi automatici sensibili alla liquiditĂ  utilizzando il protocollo EAMM
  • PossibilitĂ  di scambiare ADA per qualsiasi token nativo Cardano
  • PossibilitĂ  di scambiare tra i Cardano Native Token attraverso una singola transazione
  • PossibilitĂ  di scambiare e trasferire a un indirizzo diverso in una singola transazione
  • Facile acquisto di ADA o di qualsiasi Cardano Native Token dal portafoglio Yoroi

Come da proposta, Ryan e il suo team stanno cercando di implementare questo progetto in diverse fasi principali. Ogni fase del progetto ha pietre miliari chiaramente delineate, come mostrato di seguito.

img

Il budget richiesto nel Fondo 4 (50.000 dollari) coprirà i costi di implementazione della Fase 1 del progetto. Come indicato sopra, questa fase si concentrerà sull’architettura del sistema e sull’UI/UX di Cardax.

Come Cardax si confronta con altri DEX

Gli exchange decentralizzati (DEX) di solito si basano su un order book o un Automated Market Maker (AMM) per fornire i prezzi di mercato. Il modello order book funziona meglio quando lo scambio offre coppie di scambio con alta liquidità come BTC/ETH. La maggior parte delle borse centralizzate come Binance e Coinbase usano i libri d’ordine. Anche alcune borse decentralizzate come IDEX usano il modello order book. Tuttavia, nei mercati con bassa liquidità, gli order book non funzionano così bene. Gli utenti possono fare ordini, ma trovare una corrispondenza non sarà così facile, quindi potrebbero finire per aspettare a lungo. Come tale, non potranno sfuggire alla volatilità e ai grandi spread che si verificano in queste situazioni.

D’altra parte, un modello Automated Market Maker, come quello usato su Uniswap, è adatto alle borse che offrono coppie con bassa liquidità. Il team proponente ha cercato di capire come poter sfruttare i due modelli per fornire la migliore esperienza di trading sui token che saranno serviti su Cardax. Combinando il meglio dei due mondi, stanno cercando di sviluppare un sistema che:

  • Permetta agli utenti di diventare market maker iniziando un pool di liquiditĂ  o partecipando ad un pool esistente.
  • Minimizza lo slippage
  • Minimizza il rischio di perdita impermanente
  • Fornisca una maggiore trasparenza dei prezzi
  • Permetta agli emittenti di token di creare una nuova coppia senza avere un enorme capitale come garanzia.

Il futuro degli exchange di asset digitali

Mentre gli exchange centralizzati forniscono vantaggi unici, per ora, il passaggio agli exchange di criptovalute decentralizzati è necessario per gli utenti per sfruttare il pieno potenziale della blockchain. Questo si allinea anche con i principi di decentralizzazione e auto sovranità, che sono l’ethos chiave della tecnologia blockchain.

Con la crescente adozione di Cardano e le iniziative in corso per sostenere DeFi, un DEX basato su Cardano servirà come un luogo di scambio essenziale e potente nell’ecosistema. Cardax è impostato per fornire un modo senza fiducia di collegare le parti interessate, promuovendo al contempo una governance equa e il coinvolgimento nella comunità Cardano. Tuttavia, come con altre piattaforme decentralizzate, i DEX sono ancora nei loro primi anni e avranno bisogno di un ulteriore sviluppo dell’infrastruttura, perfezionamento dell’esperienza dell’utente e meccanismi di scalabilità migliorati per garantire l’adozione futura.

Per ulteriori informazioni sul progetto Cardax, controlla la proposta di progetto come presentata a Project Catalyst utilizzando il link qui sotto.

https://cardano.ideascale.com/a/dtd/Cardax-DEX-on-Cardano/342252-48088