🇮🇹 "Il proof of concept di Mithril è ora open-source"

:it: Traduzione italiana di “Mithril proof of concept is now open-source - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Il proof of concept di Mithril è ora open-source

Mithril è uno schema di firma basato su stake che migliora la velocità e l’efficienza dei tempi di sincronizzazione dei nodi che si uniscono alla rete. Scopri come partecipare

img

Con la crescita di Cardano, i team di ingegneri di Input Output Global (IOG) stanno lavorando a una serie di soluzioni per aumentare le prestazioni della rete. Mithril è una di queste soluzioni, che mira a ottimizzare la velocità e l’efficienza della sincronizzazione dei dati tra le applicazioni.

Durante lo show 360 di luglio, Arnaud Bailly, architetto tecnico di IOG, ha condiviso un aggiornamento sullo sviluppo di Mithril.

L’importanza di Mithril per le operazioni di Cardano

Gestendo un nodo Cardano, gli utenti possono interagire con la blockchain di Cardano in modo indipendente dalla fiducia. La rete combina migliaia di nodi in un sistema unificato, dove comunicano con altri nodi per condividere informazioni su nuovi blocchi e transazioni.

Poiché ogni nodo possiede una copia completa della blockchain, la sincronizzazione dei nodi richiede tempo: ogni nuovo nodo deve scaricare e verificare ogni blocco. Daedalus, ad esempio, è un portafoglio full node che scarica una copia completa della blockchain di Cardano e convalida in modo indipendente ogni transazione nella sua storia. Questo richiede requisiti specifici di software e di archiviazione, il che significa anche che richiede più tempo per sincronizzare lo stato della catena.

L’obiettivo di Mithril è quello di sfruttare la rete esistente per fornire istantanee certificate di tutto o parte dello stato della blockchain. Queste istantanee possono essere utili in diversi modi. Il team IOG ha lavorato a un primo caso d’uso per sfruttare Mithril per avviare in modo rapido ed efficiente un nodo Cardano completo.

Come funziona?

Mithril si basa sullo stesso concetto di partecipazione che alimenta il protocollo di consenso Ouroboros proof-of-stake. Con Ouroboros, le parti interessate sono elette per produrre blocchi in modo casuale con una probabilità proporzionale alla quantità di stake che possiedono o delegano. Con Mithril, le parti interessate possono firmare lo stato attuale del libro mastro secondo un meccanismo di lotteria in cui la probabilità di contribuire è anch’essa proporzionale al loro stake. Le firme generate dagli stakeholder vengono poi combinate, o aggregate, in una firma multipla Mithril, che può essere prodotta solo quando viene conferita una soglia predefinita (quorum) del totale dello stake. Mithril si basa sulle garanzie di unicità fornite dalle primitive crittografiche sottostanti per proteggere il processo di lotteria.

Mithril opera sopra il ledger principale, il che garantisce che non ci siano interferenze con le operazioni della rete principale, e poiché le firme create sono condensate, richiede risorse aggiuntive minime e basso uso di larghezza di banda per i nodi di firma.

La particolarità dei certificati Mithril è che hanno le stesse proprietà di sicurezza del protocollo sottostante di Cardano, Ouroboros. La sicurezza di Mithril si basa principalmente sulla distribuzione dello stake di Cardano stesso, senza la necessità di un setup fidato. La rete Mithril può raggiungere il massimo livello di sicurezza a condizione che tutti gli SPO aderiscano alla rete.

Tempistica di sviluppo

IOG ha presentato Mithril durante il Summit di Cardano del 2021. Da allora, il team ha compiuto progressi costanti nello sviluppo.

Il team ha lavorato allo sviluppo della libreria Mithril Core, che implementa le primitive crittografiche complete del protocollo Mithril. Ha inoltre lavorato alla creazione della rete Mithril, che è implementata sopra la libreria Mithril Core. Nell’attuale paradigma di proof of concept (PoC), è composta dai seguenti componenti:

  • Il Mithril Signer: il nodo che lavora in modo trasparente sopra i nodi Cardano dell’operatore dello stake pool e firma individualmente lo stato del libro mastro.
  • Il Mithril Aggregator: il nodo di fiducia gestito da IOG che orchestra il lavoro dei nodi Mithril Signer e raccoglie le loro firme individuali per produrre le multi-firme Mithril e i relativi certificati. È anche responsabile della creazione e della conservazione dell’archivio delle istantanee dello stato del ledger.
  • Il Mithril Client: il nodo utilizzato per ripristinare un nodo Cardano completo recuperando uno snapshot remoto e la relativa catena di certificati da un Mithril Aggregator e verificando la validità degli snapshot grazie alle primitive crittografiche Mithril.

Attualmente, il team è nelle fasi finali dell’ottimizzazione del Mithril Network e dei test nella sua prima versione centralizzata (cioè funzionante con un Mithril Aggregator gestito da IOG). Questa fase consentirà agli ingegneri e ai ricercatori dello IOG di lavorare al rilascio di una versione più decentralizzata del Mithril Network sulla mainnet di Cardano (dove anche gli operatori di stake pool potranno gestire gli aggregatori Mithril per conto proprio). Verranno inoltre aggiunti nuovi casi d’uso, come l’implementazione di Mithril in client e portafogli leggeri.

Il repository di Mithril è ora open-source. Se siete interessati a saperne di più, consultate la documentazione del proof-of-concept di Mithril e unitevi a questo canale Discord per ulteriori discussioni.

Questo post è stato preparato in collaborazione con Arnaud Bailly e Jean-Philippe Raynaud.