🇮🇹 "Vasil: cosa aspettarsi"

:it: Traduzione italiana di “Vasil: what to expect - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Vasil: cosa aspettarsi

Aumento delle funzionalità, delle prestazioni e della scalabilità; scoprite cosa porterà l’aggiornamento di Vasil a Cardano

img

Manca poco meno di una settimana alla distribuzione dell’aggiornamento Vasil, che migliora e potenzia in modo significativo le capacità di Cardano. Le nuove funzionalità e i miglioramenti di Plutus v2 consentiranno agli sviluppatori di DApp di creare esperienze nuove ed entusiasmanti, mentre il pipelining di diffusione sblocca il potenziale per un maggiore throughput e capacità di rete.

I preparativi di Vasil sono in corso da tempo in tutto l’ecosistema Cardano. I team di ingegneri della IOG e della Cardano Foundation, gli SPO, gli sviluppatori di DApp e gli exchange hanno effettuato test intensivi e sforzi di integrazione, con risultati positivi. Un team congiunto IOG/Fondazione Cardano utilizzerà l’hard fork combinator per distribuire Vasil a livello di protocollo il 22 settembre. Le nuove funzionalità (tra cui il supporto dei nodi e della CLI per gli input di riferimento, i dati in linea, gli script di riferimento e gli output collaterali), insieme a un nuovo modello di costo Plutus, saranno disponibili per gli sviluppatori sulla mainnet esattamente un’epoca dopo, il 27 settembre.

Sicurezza, correttezza ed espressività

È stato un viaggio metodico ed entusiasmante. Lo sviluppo di Cardano si è sviluppato in una serie di fasi definite (“epoche”). Innanzitutto, una base di sicurezza e correttezza. Poi la capacità, la scalabilità e l’espressività. L’era federata di Byron e il riavvio di Byron, che ha ricostruito la piattaforma principale, si sono conclusi con l’aggiornamento di Shelley nell’estate del 2020. Shelley ha trasformato Cardano nella piattaforma di proof-of-stake più decentralizzata al mondo, con quasi 3.000 pool di stake attivi.

L’aggiornamento Mary del 2021 ha introdotto gli NFT e la capacità multi-asset, innescando la creazione di una delle comunità NFT più vivaci nello spazio blockchain, con oltre 6 milioni di token nativi distinti emessi fino ad oggi.

L’aggiornamento di Alonzo, nell’autunno del 2021, ha implementato la funzionalità di smart contract utilizzando il linguaggio di scripting Plutus, creando un ecosistema che oggi vede oltre 1.000 progetti svilupparsi su Cardano.

Miglioramenti agli script Plutus

Vasil migliora le capacità dei contratti intelligenti di Cardano attraverso Plutus v2, che aggiunge maggiore efficienza a una piattaforma di contratti intelligenti già potente. Vasil sfrutta il modello EUTXO per consentire DApp più veloci e sofisticate.

Questo aggiornamento è stato uno sforzo ambizioso e collaborativo fin dal suo inizio. La comunità ha richiesto e di fatto avanzato molti dei miglioramenti attraverso il processo Cardano Improvement Proposal (CIP). Questo dimostra ulteriormente la vivacità e la continua crescita della comunità di sviluppatori che si basa su Cardano.

Le principali aggiunte che Vasil sblocca sono:

  • Input di riferimento (CIP-31). Questo aggiornamento consente la condivisione dei dati sulla catena. In precedenza, i dati erano contenuti negli output delle transazioni; essi memorizzavano e fornivano accesso alle informazioni sulla blockchain. Tuttavia, per accedere alle informazioni contenute in questi dati, era necessario spendere l’output a cui il dato era collegato. Ciò richiedeva la ricreazione di un output speso. L’aggiunta di input di riferimento consente ora agli sviluppatori di consultare il dato senza ulteriori passaggi. Ciò facilita l’accesso alle informazioni memorizzate sulla blockchain senza dover spendere e ricreare UTXO. Ciò sarà utile, ad esempio, per gli oracoli.

  • Inline datums (CIP-32). In precedenza i dati delle transazioni venivano allegati agli output come hash. Con l’implementazione dei datum inline, gli sviluppatori possono ora creare script e allegare i datum direttamente agli output invece di usare i loro hash. Questo semplifica l’uso dei datum: l’utente può vedere il datum effettivo invece di fornirlo per farlo corrispondere all’hash dato.

  • Script di riferimento (CIP-33). In Alonzo, quando si spendeva un output bloccato all’interno di uno script Plutus, lo script doveva essere incluso nella transazione di spesa. Questo aumentava le dimensioni dello script, causando anche alcuni ritardi nella sua elaborazione. L’aggiornamento degli script di riferimento consente agli sviluppatori di fare riferimento a uno script senza includerlo in ogni transazione. Questo riduce significativamente le dimensioni delle transazioni, migliora il throughput e riduce i costi di esecuzione degli script (poiché lo script deve essere pagato una sola volta).

  • Datum e redeemers. In seguito all’aggiornamento di Vasil, gli sviluppatori potranno vedere i riscattatori per tutti gli input, anziché solo per quello passato allo script in esecuzione.

  • Primitiva di serializzazione dei dati. Una nuova primitiva Plutus “serialiseData” (CIP-42) riduce i costi complessivi di memoria e CPU, consentendo modi più ottimizzati e generici di serializzazione dei dati.

La comunità attende con ansia questi aggiornamenti di Plutus. Diversi nuovi progetti DeFi molto attesi, tra cui Indigo Protocol, Liqwid Finance e Maladex, intendono sfruttare le capacità della v2 al momento del lancio. E molti altri progetti attualmente in corso aggiorneranno il loro codice per sfruttare appieno le nuove funzionalità. Una portata così ampia di miglioramenti significa che l’ecosistema Cardano vedrà nuove DApp e nuove DApp migliorate (dopo l’aggiornamento e la verifica) iniziare a distribuirsi nel corso del quarto trimestre e oltre.

Grazie a un nuovo e più efficiente interprete Plutus, i nuovi modelli di costo Plutus (attivi sulla catena dal 27 settembre) renderanno più economiche le DApp v1 e v2. L’entità di questi vantaggi dipenderà dalla singola DApp, ma i primi rapporti degli sviluppatori di DApp sono molto promettenti. Artano, un progetto NFT attualmente in esecuzione su Cardano, ha recentemente pubblicato un blog in cui condivide i risultati di test approfonditi. Utilizzando Plutus v2, hanno riscontrato una riduzione di oltre il 90% delle dimensioni degli script e una corrispondente riduzione dei costi di oltre il 75%.

Altri miglioramenti

L’aggiustamento del collaterale dello script (CIP-40) migliora la convalida delle transazioni. In precedenza, l’importo del collaterale era impostato al 150% della commissione della transazione e non veniva fornita alcuna modifica all’UTXO del collaterale. Ciò significava che se uno script non superava la convalida della fase 2, l’utente di una DApp perdeva tutti i fondi memorizzati nell’UTXO scelto per la garanzia.

Dopo Vasil, gli sviluppatori di DApp potranno specificare un indirizzo di modifica per lo script collaterale. Se lo script non supera la convalida della fase 2, verrà prelevato solo l’importo del collaterale e i fondi rimanenti verranno inviati all’indirizzo di modifica.

Pipelining a diffusione

IOG ha applicato una serie di ottimizzazioni costanti e attente dei parametri (come l’aumento delle dimensioni dei blocchi e delle unità di memoria di script) nei primi mesi del 2022 per mettere a punto e migliorare le prestazioni della rete. Di conseguenza, la rete è ora altamente performante, con un carico costantemente entro le misure richieste.

Il pipelining a diffusione è un ulteriore miglioramento del livello di consenso che facilita una propagazione più rapida dei blocchi. Anch’esso implementato come parte di Vasil, consentirà di aumentare la capacità di produzione dei blocchi, il che permetterà di incrementare ulteriormente le prestazioni e la competitività di Cardano. I processi di convalida degli script subiranno ulteriori aggiustamenti e ottimizzazioni, contribuendo alla coerenza dei tempi di propagazione dei blocchi e all’aumento dei tassi di elaborazione delle transazioni. Il pipelining di diffusione offre un maggiore margine di manovra per ulteriori aggiustamenti, migliorando i tempi di propagazione dei blocchi e consentendo così un maggiore throughput.

Il pipelining di diffusione ottimizza efficacemente il processo di condivisione delle informazioni sui blocchi appena creati tra i partecipanti alla rete, garantendo che i blocchi possano essere condivisi (propagati) nella rete entro cinque secondi (il “tetto” di sicurezza) dalla loro creazione. Il pipelining della diffusione propaga i blocchi prima della loro completa convalida, “sovrapponendo” così il tempo impiegato per la diffusione a quello necessario per la convalida.

Il pipelining assicura inoltre che l’intestazione del blocco che fa riferimento all’hash di un blocco precedente sia propagata correttamente. Il corpo del blocco viene mantenuto all’interno dei metadati inclusi nel blocco successivo, il che è essenziale per la resistenza agli attacchi DDoS anche senza la conferma completa del blocco.

In definitiva, il pipelining di diffusione migliorerà la scalabilità consentendo ulteriori miglioramenti delle prestazioni. In parole povere, è un’altra leva che può essere tirata. E come sempre, è fondamentale apportare cambiamenti lenti, costanti e misurati. Possiamo prevedere un “picco” di attività subito dopo l’aggiornamento, quando la comunità testerà le funzionalità. Il monitoraggio continuerà per almeno quattro epoche dopo l’hard fork, a quel punto si deciderà se effettuare ulteriori aggiustamenti, in base alla “normale” larghezza di banda della rete.

Rimozione del parametro "d

Vale la pena notare che, mentre la produzione di blocchi è completamente decentralizzata dal 31 marzo 2021, l’aggiornamento di Vasil rimuoverà completamente il parametro “d”, cementando così la decentralizzazione in perpetuo e impedendo qualsiasi futura ri-federazione.

Sicurezza ottimizzata

Infine, Vasil ottimizza il processo Verifiable Random Function (VRF) di Ouroboros. Prima di Vasil, la convalida dei blocchi richiedeva due funzioni VRF in ogni salto di rete. Vasil elimina una di queste funzioni, rendendo più rapidi i tempi di convalida dei blocchi e di sincronizzazione della rete. Gli utenti potranno godere di prestazioni più elevate senza compromettere le impostazioni di sicurezza.

Un’estate di test

Vasil rappresenta un lavoro complesso da diversi punti di vista. Innanzitutto, in termini di portata dell’ingegneria di base, si tratta dell’aggiornamento più esteso che il team IOG abbia tentato di realizzare finora, toccando ogni livello dello stack di rete. Di conseguenza, ogni componente a valle (compresi DB-sync, il backend del portafoglio, Rosetta ecc.) ha richiesto un aggiornamento e un test di regressione completo.

Inoltre, è necessario tenere conto di più parti interessate dell’ecosistema. Garantire che ogni aggiornamento sia sicuro e protetto e che gli operatori dell’ecosistema Cardano siano pronti è sempre stato fondamentale. Sebbene IOG abbia lavorato secondo un piano preciso, la natura dell’ingegneria del software e le sue dipendenze fanno sì che le cose possano richiedere più tempo del previsto.

Per questo motivo, IOG e Cardano Foundation hanno recentemente concordato alcuni chiari indicatori di massa critica nell’ultimo miglio per garantire la preparazione dell’ecosistema, prima di “annunciare” la data dell’evento hard fork combinator.

Si tratta di:

  • 75% dei blocchi della mainnet creati dalla versione finale del nodo Vasil (1.35.3).
  • Circa 25 exchange aggiornati (che rappresentano circa l’80% della liquidità ada)
  • Le 10 principali DApp per TVL hanno confermato di essersi aggiornate alla 1.35.3 su PreProduction e di essere pronte per la mainnet.

Il monitoraggio di queste metriche è stato continuo. La comunità SPO è stata la prima a “spuntare la casella”; il 98% dei blocchi viene ora coniato dal nuovo nodo 1.35.3, superando in modo significativo la soglia minima stabilita. Al momento in cui scriviamo, la liquidità degli exchange si avvicina al 60% di t, e con la conferma che molti dei principali exchange sono pronti o in procinto di aggiornarsi, il team è pienamente fiducioso a questo proposito. IOG ha lavorato a stretto contatto con una serie di progetti DApp leader per monitorare la loro preparazione e, ancora una volta, i numeri sembrano buoni. Un recente sondaggio tra la comunità tecnica ha confermato la disponibilità per il 22 settembre, data in cui è stato concordato l’aggiornamento della mainnet.

Cosa succederà ora?

Tra oggi e la data concordata per l’hard fork devono accadere alcune cose. La Vasil DevNet, creata appositamente per i primi test di Vasil, è stata deprecata. Il nuovo ambiente Preview diventerà la piattaforma di sviluppo agile per la comunità in futuro, mentre l’ambiente PreProduction rispecchierà più da vicino la mainnet. Un aggiornamento riuscito nell’ambiente di pre-produzione è la fase finale prima dell’hard fork della mainnet.

Cronologia dell’implementazione e date chiave

Ecco un’analisi più approfondita delle tempistiche tecniche:

img

Vasil arriva nel mese del quinto anniversario di Cardano e rappresenta un cambiamento radicale nelle capacità della blockchain. Tuttavia, il normale possessore di ada che utilizza Cardano per le transazioni e le DApp non deve fare nulla, poiché tutto avviene principalmente dietro le quinte. L’esclusiva tecnologia Hard Fork Combinator (HFC) di Cardano rende gli aggiornamenti per gli utenti finali un affare senza soluzione di continuità e senza problemi. Tutto ciò che devono fare è sperare in una maggiore efficienza e in tempi di elaborazione delle transazioni più rapidi!

Al momento in cui scriviamo, la liquidità dell’exchange si avvicina al 60%. Sebbene il team di exchange della Cardano Foundation IOG preveda che questa cifra si avvicinerà alla soglia dell’80% al momento dell’aggiornamento, gli utenti che detengono i loro ada sugli exchange potrebbero subire interruzioni del servizio se l’exchange scelto dovesse ancora aggiornare il proprio sistema al momento dell’aggiornamento della rete. Se la liquidità personale è importante per voi, IOG vi consiglia di seguire gli exchange che hanno effettuato l’aggiornamento o di consultare le pagine del supporto clienti degli exchange.

Significato di fondo

L’aggiornamento è stato chiamato così in onore dell’ambasciatore di Cardano, il compianto Vasil St. Dabov, purtroppo scomparso nel 2021. Vasil era un matematico, programmatore, polimatico e ambientalista bulgaro che ha piantato oltre 10.000 alberi nel corso della sua vita e ha ospitato le celebrazioni per il secondo anniversario di Cardano nella sua città natale, Plovdiv, nel 2019.

È quindi particolarmente toccante - e del tutto casuale - che il 22 settembre sia anche l’anniversario della dichiarazione di indipendenza dello Stato bulgaro (uno dei più antichi d’Europa) dall’impero ottomano, avvenuta nel 1908. Un “caso fortuito” per una comunità salda e attenta, che conferisce un ulteriore significato a questo aggiornamento più significativo.

Rimanete aggiornati sui progressi dell’aggiornamento tramite Twitter e YouTube dello IOG. Grazie da parte di tutto il team di IOG alla Cardano Foundation e alla Cardano Community per il loro continuo supporto. Grazie a Olga Hryniuk, Fernando Sanchez, Kevin Hammond, Nigel Hemsley e Vitor Silva per il loro supporto nella creazione di questo articolo.