🇮🇹 "Alcuni aggiornamenti | CH 7 Mar 2022 (parte 1 di 2)"

Trascrizione italiana di “Alcuni aggiornamenti”

Pubblicato sul canale Youtube di Charles Hoskinson il 7 marzo 2022

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Ciao a tutti, questo è Charles Hoskinson che trasmette in diretta dal caldo e soleggiato Colorado, sempre caldo, sempre soleggiato, a volte Colorado. Oggi è il 7 marzo 2022, ho alcuni aggiornamenti per tutti. Questa è una grande settimana per l’intero progetto Cardano. L’intera leadership esecutiva della Cardano Foundation è qui in Colorado, ci stiamo divertendo molto, una serie di seminari, workshop, discussioni su come strutturare meglio un progetto open source come Cardano. Come molti di voi sanno, il codice di Cardano è sotto licenza open source. Ma la sua gestione invece è stata di natura federata. Siamo arrivati ad un punto in cui ci sono così tante persone nella comunità, così tanti progetti nella comunità, penso che ci siano più di 400 dApps in costruzione ora, alcune delle quali vanno nella seconda metà dell’anno, dopo l’hard fork di Vasil. Ma ad ogni evento ci sono tonnellate di ingegneri in giro, in molte aziende diverse, da dcSpark, Tweak, Well Typed, e ovviamente la nostra azienda, e la fondazione stessa. Quindi c’è una grande questione di come strutturare tutto questo, mettere insieme tutti questi pezzi. Abbiamo lavorato a stretto contatto con molte persone diverse negli ultimi nove mesi per avere queste conversazioni. Stiamo iniziando a convergere su una strategia che sarà costruita a strati, e questi workshop sono componenti fondamentali. Vi darò un aggiornamento nel backstage, di tutte le cose discusse, apprese, gli impegni presi, sperando di ottenere qualche data, come sarà la nuova struttura di governance. Ma guardiamo un sacco di diversi progetti open source di successo, per esempio, la Mozilla Foundation, l’Apache Foundation, la Linux Foundation, cerchiamo di guardare come tutti gestiscono da come si diventa un collaboratore, come si misura il merito del contributo, che tipo di processi standard devono essere seguiti. Per esempio Ethereum ha cose come EIPs, ERCs. Analogamente abbiamo i CIP, e stiamo parlando di come sarebbe un processo standard. Stiamo anche guardando cose come i metodi formali, quanto in basso vogliamo andare, c’è uno sguardo all’IoT su come fare metodi formali, tutte queste specifiche sono pubbliche, potete vedere che le abbiamo inserite nel codice. Ma andando avanti dovremmo passare a un ecosistema più poliglotta, o mantenere Haskell come client di riferimento, mantenere gli stessi metodi formali, metodologia? Queste sono tutte discussioni in corso, ci sono anche molte discussioni sulla documentazione, la formazione e altre cose. Guardate la fondazione Linux in particolare, fanno un ottimo lavoro di evangelizzazione dell’open source, addestrando le persone a diventare collaboratori dell’open source, ci deve essere un’intera pedagogia assemblata lì. Altre cose in programma sono Mastering Cardano, corsi speciali per Plutus, per la tecnologia di base di Cardano, parteciperò ad una conferenza sull’apprendimento a Londra, a maggio, che ha un sacco di fornitori specializzati in queste cose, la mia speranza è quella di essere in grado di esternalizzare una grossa fetta dello sviluppo del curriculum, dalla nostra divisione interna di formazione a corsi ripetibili per la comunità. Quindi stiamo avendo molte discussioni su questo. C’è una litania di altre piccole cose da affrontare qua e là. Ma tutto sommato, molti progressi. Si è anche parlato molto di quale sia la visione di Cardano per il 2025, 2027. Come molti di voi sanno, ho detto ripetutamente che il nostro obiettivo è la comparabilità commerciale, la sostenibilità e l’autodeterminazione, come una sorta di traguardo per quest’anno. Cose come pipelining, endorser di input, Mithril, sidechains, queste cose, quelle cose in quel cesto, ci portano davvero dove dobbiamo essere in quella prima categoria. Sostenibilità, ci sono cose come UTxO HD, molti dei miglioramenti che abbiamo fatto al sistema e le ottimizzazioni che abbiamo fatto, insieme a Mithril, pensiamo che la categoria della sostenibilità andrà bene, il che significa che la rete può scalare fino a milioni, miliardi di utenti e non andrà in pezzi.

Infine, per quanto riguarda l’autodeterminazione, abbiamo davvero bisogno di arrivare a un punto in cui non solo c’è una burocrazia che è molto inclusiva della comunità, ma che quella burocrazia è legittimata dal voto della comunità, dalla dotazione della comunità. E questo è un po’ implicito, ma deve diventare esplicito attraverso Catalyst. Siamo a posto con l’agenda di tutte queste cose, è stato uno sforzo colossale, vorrei ringraziare tutte le persone coinvolte, oltre 500 persone in più organizzazioni, per avere voce in capitolo, interne ed esterne, è stato davvero molto. Il fatto che Cardano abbia realizzato questo concetto di ciò che serve per fare un grande impatto con Basho, Voltaire, ripulendo la roba rimanente da Goguen e Shelley, è stato sicuramente un sacco di lavoro, programma del progetto, gestione, è davvero impressionante vedere che questo è stato realizzato.

Ma si sa, la gomma deve andare sulla strada. Qualche altro aggiornamento, se volete vedermi di persona sarò al Consensys, dal 9 al 12 giugno, penso che sarà ad Austin in Texas, di solito lo fanno a New York ma a causa di Covid credo che lo abbiano spostato in Texas perché è più facile organizzare grandi eventi lì. Cercheremo di avere un grande evento Cardano anche lì, portare un sacco di comunità Cardano, soprattutto gli sviluppatori di dApp, la fondazione e altri. Molto di più da dire sui nostri sforzi con il lato del capitale di rischio, molti di voi sanno del cFund, sta cercando di prendere posizioni, aiutare le persone nell’ecosistema Cardano DeFi. Vorremmo anche replicare questo per fondi geografici specifici, a cominciare dall’Africa. Non c’è molto da dire oggi, ma sicuramente avremo più cose da dire su questo nei prossimi mesi.

In termini di altri aggiornamenti, la scienza sta progredendo molto velocemente, ci sarà un imminente post sul blog sul pipelining. Poi ci sarà un post sul blog di follow-up nelle prossime settimane, probabilmente sugli endorser di input. Speravo di far uscire il post degli imput endorser a febbraio, ma sembra che sia più una cosa di marzo. Ma in generale evidenzierà i principi di progettazione, le sfide, il perché queste cose sono interessanti, il valore che hanno per la scalabilità, e alcuni documenti seguiranno. Il pipelining non ha un documento perché non è nuovo da un punto di vista scientifico. Ma gli input endorser si, penso che portino molto alla storia, quindi penso che sia un bene per la comunità avere accesso a questo. Questa è una di quelle aree in cui è un grande passo avanti in termini di scalabilità e prestazioni. Ci siamo fatti strada, l’azienda ha scritto il documento sulle catene parallele, poi ha anche introdotto il concetto di endorser di input, nel documento originale di Ouroboros. Poi ragazzi, se siete attenti alle nostre pubblicazioni, avrete anche notato il giornale Ledger Redux. Il corpo si è mosso e puntato, si è mosso e puntato in una direzione, ma bisogna mettere sul tavolo un progetto. E questa è la prima volta che abbiamo messo insieme i fili per un design particolare che non soffre di problemi di attacchi DDOS e così via. Si scopre che è un problema complicato, ma la buona notizia è che ne abbiamo un’idea abbastanza buona. E ora viene tradotto in un discorso ingegneristico per l’hard fork post Vasil, da distribuire.

Sarà molto divertente parlarne. Un altro grande evento imminente, in arrivo questo mese e il prossimo, è il lancio di Mamba. Mamba è stato in lavorazione per anni, è la base del codice di Ethereum Classic, l’abbiamo preso, portato, modificato, messo OBFT sopra, ora lo stanno portando su Cardano. Mamba è un’introduzione all’intera strategia di sidechain per Cardano. Molti di voi sanno che il documento che ho scritto nel 2016, “Why Cardano”, parlava di questa idea del livello di regolamento di Cardano, poi il livello di controllo o di calcolo, come si può usare entrambi i termini nella documentazione. Fondamentalmente l’idea è che il livello di regolamento stabilirà una radice di fiducia, sarà molto sicuro, efficace, costruito in modo da poter facilmente far girare questi livelli computazionali che avranno diversi modelli contabili e computazionali. Quindi la più grande differenza tra noi ed Ethereum è che noi usiamo UTxO e Plutus estesi, Ethereum usa Solidity ed EVM, è un modello basato su account.

Si può cercare di emulare questo nel livello di base, ma si aggiunge un sacco di gonfiore, complessità, vettori di attacco. Quindi ha molto più senso eseguire una catena laterale. Per anni abbiamo inseguito diverse idee su come implementarlo, quale base tecnologica dovrebbe esistere, abbiamo guardato molto il K-framework per esempio e altre idee. Ma Mamba è la prima volta, direi nella storia del progetto, in cui abbiamo raggiunto un punto in cui abbiamo una visione molto cristallizzata non solo di come collegare le catene insieme, come far funzionare le sidechains, ma anche un’impronta generica che se tu, l’utente, vuoi creare la tua sidechain, come funziona. Questo è molto eccitante per i gestori di stake pools e le persone che gestiscono le sidechains, è che in realtà crea flussi di reddito separati. Se hai delle sidechains possono avere i loro propri token e tokenomics. Se sei un operatore di stake pool non stai solo eseguendo Cardano ma stai anche eseguendo le sidechains, significa che in realtà ottieni più token nel tuo flusso di entrate per eseguire il tuo nodo di consenso, è davvero eccitante se ci pensi.

C’è sicuramente molto da venire nei prossimi 60 giorni, su questa storia, attraverso l’anno vedrete queste cose svolgersi. Milkomeda ha già dimostrato come una terza parte potrebbe farlo, e ovviamente l’approccio Mamba è un modo diverso, e si spera che sia il modo canonico, perché è fatto in astrazione, quindi molte persone possono seguirlo. Le catene future saranno cose come per esempio la rete di voto Catalyst, che è il codice di Jormungandr, convergerà allo stesso tipo di tecnologia che ha Mamba, e poi sarà una sidechain Cardano, gestita da Cardano. E si spera che voi, la comunità, rilascerete un sacco di questa roba. Aspettate anche queste cose, dovremmo avere molto di più da dire su Consensys, faremo alcune presentazioni, avremo alcune delle persone di quel team, giocarci. Significa anche che sarete in grado di fare hackathon sia per Plutus che per Solidity ed EVM, quindi sta a voi decidere quale modello di programmazione ha più senso.

È una cosa agrodolce, quando si guarda a tutti i progressi che sono stati fatti, dove siamo. È agrodolce dal punto di vista che abbiamo quasi finito la visione originale, di tutte le cose di cui avresti bisogno per una criptovaluta di terza generazione, è una bella visione. È stata una lunga strada, è stato un sacco di lavoro. Mai nei miei sogni più selvaggi avrei immaginato che avremmo fatto così tanti progressi e risolto così tanti problemi incredibili. Ora, la fase successiva, quando dite cose come autodeterminazione, autogoverno, significa che ce ne saranno altrettante, se non di più, di quelle che potrei mai inventare io. Quindi sono entusiasta di lavorare con voi ragazzi della comunità, sono entusiasta di vedere crescere questa struttura di progetto open source. Come molti di voi sanno sono un grande fan di Floss, abbiamo una politica qui a IO di non perseguire la proprietà intellettuale, non abbiamo mai depositato un brevetto nonostante il fatto che depositiamo 130 documenti, tutto il software, che io sappia, è sotto qualche forma di licenza open source, se mai lo rilasciamo in un repository pubblico. Ovviamente c’è del codice che scriviamo internamente ma finiamo sempre per renderlo open source ad un certo punto.

Quindi noi crediamo in questo, ma una cosa è dire che gli altri possono prenderlo e fare quello che vogliono, un’altra cosa è dire lavoriamo con gli altri verso un fine comune, che richiede una mentalità diversa, una struttura di gestione, una mentalità. Richiede anche il riconoscimento che le cose potrebbero essere un po’ più difficili. Quando si tratta solo di un piccolo gruppo di persone, o si riesce a far mangiare una pizza a tutti nella stanza e a parlare, le cose si fanno in fretta. Ma quando si parla di milioni di persone e si cerca di dare a tutti una voce, questo è difficile. Questo è qualcosa che richiede strumenti e strategie di governance molto più avanzate. A mio parere, questa è l’ultima proposta di vendita unica di Cardano. Non importa quanto sia intelligente il vostro fondatore, quanto sia capace, tutti hanno i loro difetti, tutti hanno i loro benefici, ma nessuno è più intelligente di tutti, nessuno è più capace di tutti. Quindi, migliore è il lavoro che facciamo nel riunire la comunità, dando una solida struttura di governance e operativa, una buona burocrazia per il progetto open source, che sia efficace, più velocemente possiamo convergere verso la perfezione.