🇮🇹 Keynote di Charles Hoskinson: Cardano 2020: edizione Shelley - 2 luglio 2020 (parte 2 di 2)

:it: Traduzione italiana di “Charles Hoskinson Keynote: Cardano 2020: Shelley Edition – 2nd July 2020”

Pubblicato nel canale Youtube di IOHK il 3 Luglio 2020

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools


Entro i prossimi centocinquanta giorni uscirà la Fondazione Plutus e questo è il nostro primo punto d’ingresso ai contratti intelligenti per Cardano, c’è molto lavoro da fare da qui ad allora, ma quello che è davvero emozionante è che porterà molte funzionalità e potenza a Cardano, così non solo potremo eguagliare altri sistemi come Ethereum, ma li supereremo, perché abbiamo progettato Plutus in modo tale che nel tempo diventerà sempre più interoperabile, non solo con standard funzionali, ma anche con standard imperativi e sarà molto facile per i terzi collegare la loro infrastruttura, sia che si tratti di un’applicazione di nodi, sia che si tratti di un’applicazione Cordova, sia che si tratti di un’applicazione Java con il nostro sistema e utilizzare la blockchain come servizio. Ciò che è particolarmente entusiasmante del modello Cardano è quanto le cose siano complementari e stratificate, soprattutto perché avendo stake pool, talii pool sono anche fornitori di servizi, quindi oltre ad avere la blockchain come servizio e ad averla con un sistema di contratti intelligenti, saremo in grado di aggiungere tutti i tipi di servizi di secondo livello attraverso il modello di stake pool per aumentare i contratti intelligenti. Quindi questo ci permetterà di aggiungere tutti i tipi di esperienze interessanti come la generazione di numeri casuali, servizi di oracolo, interoperabilità cross-blockchain, canali Hydra, ecc, che saranno resi disponibili fondamentalmente come API, cose facili da chiamare e interagire con tutti i contratti intelligenti del nostro sistema. Così si può avere il meglio di entrambi i mondi, si può avere il decentramento, la resistenza alla censura, la resistenza alla manipolazione che le blockchain tendono a dare, ma anche il basso costo, l’efficienza e le prestazioni che si tende ad ottenere da un business più centralizzato e mescolando insieme si ottiene il meglio di entrambi i mondi. Quindi anche questo arriva e le stake pool ne trarranno vantaggio, perché oltre ad ottenere flussi di reddito dal mantenimento di Cardano, potranno aggiungere ulteriori business al loro sistema.

Ora, mi viene spesso chiesto: come faremo a far entrare gli sviluppatori nel nostro ecosistema? Parte di ciò è la storia di come il sistema nel suo complesso stia diventando blockchain incrociata, sta diventando un ledger a più livelli. Molti sviluppatori DAPP si stanno rendendo conto che non è una buona saggezza scommettere sul successo di una piattaforma piuttosto che di un’altra e stanno migrando e passando da una catena all’altra, assicurandosi di poter lavorare con molti sistemi. Quindi una parte del nostro team è concentrata nel fare in modo di essere inclusi in questa conversazione. In secondo luogo, abbiamo il vantaggio unico di avere tutti questi programmatori funzionali che non sono stati in grado di fare le cose in modo piacevole su Ethereum, EOS, o altre piattaforme, perché vogliono scrivere codice in Haskell, vogliono scrivere codice con un paradigma funzionale, è qui che eccelleremo. Le cose che abbiamo costruito per Plutus e Marlowe sono particolarmente attraenti e utili per loro e permettono loro di sfruttare decenni di esperienza e conoscenza da parte di alcuni dei migliori sviluppatori del mondo, di venire a costruire grandi esperienze DeFi e di venire a costruire grandi applicazioni. Ora, il problema è che bisogna avere gli incentivi giusti, perché la gente lo faccia, quindi abbiamo parlato molto e abbiamo guardato la storia e ricordo una cosa che ha detto George Lucas, che la storia non si ripete, fa rima. E nel 2007 Steve Jobs ha avuto esattamente lo stesso problema che abbiamo noi, avete una piattaforma dominante, nel suo caso era Windows, e stava creando una nuova piattaforma, l’iPhone, e voleva incoraggiare gli sviluppatori a fare qualcosa su quella piattaforma. Quindi c’era una forte argomentazione per farlo, perché c’erano cose che si potevano fare con l’iPhone che non si potevano fare con la normale esperienza del desktop, e quindi l’utilizzo e le esperienze di utilità erano abbastanza rivoluzionarie, ma era comunque necessario dare alla gente qualche finanziamento per rischiare di costruire su quel sistema. Così, anninciamo che oggi siamo partner di Wave Financial e IO Global sta creando un fondo di dieci milioni di dollari da nostra parte e lo uguaglieranno loro nel tempo, quindi 20 milioni in totale, in particolare sarà per gli sviluppatori che vogliono costruire DeFi e DAPP. Steve Jobs ha lavorato con John Doar, per il suo fondo, per l’iPhone, l’hanno chiamato iFund, quindi come omaggio a loro lo chiameremo il cFund e se voi ragazzi volete partecipare, stiamo già accettando proposte, abbiamo stabilito un indirizzo email, se andate a invest@iohk.io, potete mandarci una email, inviate la vostra proposta, vi risponderemo in pochi giorni, probabilmente una settimana o due, siamo un po’ occupati con il summit e creeremo un sito web dedicato durante il mese di luglio nel dominio iohk.io sul cFund. Ma fondamentalmente il suo scopo è quello di erogare finanziamenti tra i 250.000 e i 500.000 dollari e aiutarci a finanziare e costruire un grande ecosistema di applicazioni DeFi e un grande ecosistema di sviluppatori. Abbiamo già alcuni grandi partner e ne vedrete alcuni oggi e domani al vertice, persone come Beef Chain per esempio, e ne abbiamo altri con cui abbiamo lavorato e man mano che ci avviciniamo al lancio di Goguen e iniziamo a spingere le cose al collaudo, naturalmente saranno annunciati. Ma abbiamo ritenuto che fosse davvero importante aprirla alla comunità nel suo insieme, non solo alla nostra, ma a tutta la comunità, all’intero spazio blockchain e fuori da esso, abbiamo buone idee che possono essere finanziate a un quarto o mezzo milione di dollari, in particolare per aiutarli ad arrivare dove devono andare e dare loro il supporto e gli strumenti di cui hanno bisogno. Quindi non solo investiremo in loro, ma, naturalmente, forniremo anche supporto strategico, assistenza agli sviluppatori, se necessario, e una serie di altri servizi per migliorare, crescere, perfezionare il loro business e portarli dove devono andare. Quindi il cFund sarà molto divertente da gestire, abbiamo alcuni veterani del settore che lo fanno da un po’ di tempo, Les e David Seemer sono i soci della Wave Financial che vengono ad assisterci, hanno decenni di esperienza in investment banking e Les è davvero un mio buon amico, ha iniziato nel mondo della musica e ha lavorato con Trent Reznor e molte altre persone, quindi porta una diversa dimensione di creatività che tende a piacermi e naturalmente se mai avessi bisogno di assumere un musicista, lui è il tipo con cui parlare. Quindi è un buon gruppo eclettico che ha un bel connubio tra creatività e business insieme ed è questo che li rende unici.

Vedete, in generale, siamo un ecosistema unico, siamo passati dal nulla a centinaia di migliaia di persone e alcuni dei momenti più emozionanti per me sono quando la gente mi manda le foto del nostro logo, o il logo IOHK, o il simbolo di Ada, o il logo Cardano tatuato sul suo corpo e io dico “wow, è un’affermazione” ed è anche un impegno e mi ricorda che devo svegliarmi e fare un buon lavoro ogni giorno. Mi sono arrivati messaggi da persone che mi dicono “ciao, ecco il certificato di nascita di mia figlia”, cosa dice, e io leggo il certificato e c’è scritto Ada, io dico “ok, dobbiamo davvero fare in modo che funzioni”, perché un sacco di persone credono in noi e sono brave persone. Recentemente abbiamo avuto un dibattito piuttosto interessante, è stato il dibattito ITN e volevamo dimostrare che la governance è difficile, davvero difficile e abbiamo votato e non abbiamo nemmeno avuto abbastanza partecipazione, perché gli strumenti e l’esperienza d’uso non erano proprio dove dovevano essere. Quindi ci abbiamo pensato molto e abbiamo detto dove vogliamo andare a parare, come apriremo questo, in modo da poter onorare l’ultimo piano di una criptovaluta di terza generazione, per essere un sistema veramente sostenibile, come faremo, vogliamo avere un sistema che permetta alle persone di decidere da sole, dove andremo, perché pagheremo, la governance è davvero una questione difficile. Il mio paese, gli Stati Uniti, non sta andando molto bene in questo momento, ovunque io guardi c’è molta rabbia, proteste, ci sono molti problemi e le persone sembrano non essere ascoltate e non hanno voce, la governance è davvero difficile. E quando guardiamo alle altre parti del nostro progetto, guardiamo al capitale di rischio, è come una scienza, guardiamo ai metodi formali, ci sono 40 anni di storia del disegno, guardiamo alla scrittura di buoni protocolli e al fare buona scienza, ci sono 400 anni di metodo scientifico e di revisione tra pari e standard accademici da cui trarre, c’è un grande grado di fiducia e certezza che noi come organizzazione possiamo avere quando usciamo da quell’ombra. Ma quando guardiamo alla governance, non è proprio vero che il nostro sistema di governo americano sia così supremamente evoluto, che tutti dicono dappertutto che è il modello perfetto per il consenso, che è il modello perfetto per la rappresentazione. Mentre guardiamo al futuro e diciamo che Shelley è fuori, Goguen si sta rapidamente dispiegando, come arriveremo a Voltaire? Così ho lanciato il progetto sul retro di ITN, utilizzando gli sviluppatori ITN e loro hanno lavorato diligentemente, per mesi e mesi e mesi, prendendo quella base di codice ITN originale con un progetto chiamato Project Catalyst e l’hanno lentamente trasformata in un framework di voto, specificatamente per Cardano e non solo l’hanno fatto, hanno costruito un’applicazione per cellulari che sarà presto dimostrata qui al summit. E in un periodo di tempo molto breve, qui a luglio, dove siamo partner di un grande studio chiamato Submittable, le persone cominceranno ad avere la possibilità di presentare schede, proposte, richieste di finanziamento. Quindi credo che l’altra cosa sia che abbiamo lanciato il cFund, ma vorrei davvero arrivare al dcFund, il fondo decentrato Cardano e da luglio, quando presenterete la vostra scheda elettorale, potrete iniziare a parlare con la comunità, la comunità comincerà a stabilire le priorità e stiamo costruendo sistemi di voto per questo e a partire da agosto questi sistemi saranno lanciati e tutti quei premi ITN che saranno portati, oltre a questo, 100 milioni di Ada, che sono circa 10 milioni di dollari, saranno anche lanciati e disponibili per la comunità in tranche. Così sarete in grado di lanciare le schede elettorali a luglio e attraverso la partecipazione e il voto della comunità, con la nostra applicazione per il cellulare e oltre all’esperienza desktop, che arriverà più tardi, la comunità sarà in grado di dare priorità e quindi approvare le schede elettorali. Quindi non ne abbiamo solo uno, ma in realtà ora abbiamo a disposizione due fondi, uno controllato da IO Global, mettendo i nostri soldi, dieci milioni di dollari dalla nostra parte, eguagliati da altri dieci, gestiti da grandi veterani dell’industria e gli altri curati e controllati da voi, la comunità, nel suo insieme. È stato un percorso molto difficile arrivare a questo punto e questo è stato davvero uno dei motivi per cui abbiamo pensato che sarebbe stato interessante continuare con l’ITN, perché potevamo riutilizzare l’attuale rete decentralizzata, in particolare per gestire queste componenti di governance. Ma va bene, perché inizialmente avevamo pianificato di farlo in una capacità federativa simile a come abbiamo lanciato Cardano con Byron e poi alla fine l’abbiamo collegato a Cardano come catena laterale, onorando quel modello SL-CL. Quindi questo sarà il piano, a partire da luglio con Submittable potrete presentare le schede e poi in agosto, la domanda di voto sarà accesa, il registro di voto sarà acceso, Dor è il product manager di tutto questo, ha una grande presentazione per spiegare i dettagli su come funzionerà la registrazione, è semplice, facile e molto sicuro, come JorVote, ma sarà un’esperienza molto migliore in questo senso e potrete vedere le schede sul vostro cellulare e toccare per votare, quindi è abbastanza semplice, abbastanza facile e permetterà a ogni persona nel nostro ecosistema, che ha fiducia e fiducia in noi e lo è stata per così tanto tempo e ha lottato per noi, di avere una voce e iniziare a partecipare. E per molte persone che hanno avuto un disperato bisogno di fondi, di fare cose, di aiutare a costruire il nostro ecosistema, di essere finalmente in grado di ottenere i fondi necessari per gestire e fare grandi cose e c’è del denaro messo da parte appositamente per loro, per la comunità.

Ora, c’è molto altro da fare, io, per esempio, vorrei avere un processo di votazione in due fasi, in cui per prima cosa utilizziamo il voto preferenziale per stabilire le priorità, in modo da poter alzare o abbassare la serie di schede presentate per eguagliare i fondi disponibili. In secondo luogo, mi interessa molto la gestione dell’innovazione, dove quando una persona presenta una scheda elettorale, non va subito alla comunità per essere presa in considerazione, ma piuttosto lavoriamo con i partner e abbiamo avuto alcune discussioni e presenteremo quei risultati in breve tempo, per aiutare le persone a trasformare la loro scheda elettorale in modo che sia in forma migliore e abbia una maggiore possibilità di successo e un buon risultato per tutti, in modo che non solo ottengano i finanziamenti, ma siano anche in grado di operare in modo efficiente con questi. E questo porta a un punto in cui ci sarà effettivamente una nuova piccola impresa, un nuovo tipo di giocatore nel nostro sistema, il tipo degli esperti. Vedete, spesso ci viene chiesto: "Beh, come posso avere voce se non ho molti Ada, come posso avere voce se ho molte capacità e conoscenze ma non sono necessariamente un grande attore? Beh, se si guarda in modo analogo al Bitcoin, ci sono persone come Andreas Antonopoulos che in realtà non hanno molti Bitcoin ma sono esperti del settore, in quel campo. E così la nostra speranza è di poter costruire il nostro Andreas nell’ecosistema Cardano, persone che hanno molte conoscenze, competenze, saggezza, capacità e che possono partecipare alla gestione dell’innovazione e possono aiutare a sistemare le cose. E la cosa bella è che con un sistema di voto, non solo si può votare per finanziare un progetto, ma si può votare per finanziare le persone, per lavorare direttamente per l’Ecosistema Cardano. Così, per esempio, c’è il podcast dell’Effetto Cardano, speriamo di lavorare con loro, in modo che possano passare dall’ottenere finanziamenti dalla Fondazione Cardano per fare il loro podcast, all’ottenerlo direttamente dalla blockchain Cardano, in modo che possano essere il più oggettivi possibile e rappresentare al meglio l’ecosistema Cardano. Allo stesso modo, ci sono decine di altri attori, dagli ambasciatori , a persone che potrebbero lavorare come esperti per aiutare a filtrare le schede elettorali e aiutare le persone ad andare dove devono andare, in modo che possano avere buoni progetti per evolversi e crescere, che possano avere un lavoro diurno, senza fare altro che lavorare per il Cardano. Già ad agosto inizia la conversazione e ognuno di voi avrà la possibilità di proporre, e se volete, essere parte di questo ecosistema a tempo pieno e farne il vostro sostentamento, potete farlo. È una cosa piuttosto sorprendente, mi ricorda quando è uscito Ebay e la gente poteva davvero fare soldi essendo venditori, la piattaforma ha creato centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro, posti di lavoro diversi, posti di lavoro che non avevamo mai visto prima. Tutte le grandi piattaforme lo fanno e Cardano non deve essere per forza diverso.

Quindi, oltre all’imminente arrivo di Goguen, al dispiegamento di risorse native e alla Fondazione Plutus, Voltaire è anche imminente, lo stiamo lanciando in contemporanea con Shelley. E proprio come abbiamo lanciato Shelley con ITN, stiamo lanciando VIT, la testnet incentivata di Voltaire e fondamentalmente dando alla gente la possibilità di partecipare e votare, dando alla gente la possibilità di ottenere i finanziamenti di cui ha bisogno e permettendoci di evolvere e far crescere molto rapidamente i meccanismi di voto in una sandbox sicura e ottenere i finanziamenti dove devono andare.

Oltre a questo ci sono alcune grandi presentazioni che la Fondazione sta facendo al vertice che copriranno il processo di proposta dei miglioramenti di Cardano. Non è abbastanza buono solo per finanziare le cose, dobbiamo anche avere una discussione significativa su dove Cardano andrà come blockchain. Così si fa generalmente nell’industria delle blockchain con quella che viene chiamata proposta di miglioramento, Bitcoin ha i BIP, Bitcoin Improvement Proposal, Ethereum ha gli EIP, Ethereum Improvement Proposal e allo stesso modo abbiamo i CIP, Cardano Improvement Proposal. Quindi non basta avere un processo strutturato in cui le persone possono scrivere, è necessario avere un sistema di voto in cui alla fine la comunità possa raggiungere il consenso su quali proposte adottare e dove andare, soprattutto perché i protocolli diventano più complessi e dobbiamo accettare dei compromessi per soddisfare le esigenze del futuro. E di conseguenza abbiamo lavorato fianco a fianco con la Fondazione Cardano, come con Emurgo, e siamo arrivati al punto di creare la prima proposta di miglioramento Cardano, una proposta di miglioramento Cardano specifica per l’intero sistema di proposta. E Frederic farà una grande presentazione sulle lezioni apprese e su dove si trovano, e nel corso del tempo decine di proposte di miglioramento da parte della comunità e di IO Global e di altri attori come Emurgo e alcuni degli altri sviluppatori principali verranno a formalizzare queste idee, E poi, proprio quando si voteranno le schede del Tesoro, la comunità alla fine converrà e voterà le proposte di miglioramento, il che significa che possiamo avere dibattiti civili molto più significativi e avere processi molto migliori per avere dibattiti e conversazioni su come evolveremo il sistema nel suo complesso. , Questo ci permetterà di raggiungere il decentramento. E vi renderete conto che c’è un filo che attraversa tutti i nostri sforzi e in particolare quel filo è che tutto quello che facciamo è interconnesso, sapete, questa idea del cervello decentralizzato che ho menzionato all’inizio della presentazione, permette anche di codificare tutti quei protocolli e quelle idee come un IPC e il fatto che ora abbiamo Voltaire in arrivo, da luglio e agosto vedrete tutte queste incredibili cose uscire, quello stesso processo ci permetterà non solo di discutere queste cose ma potenzialmente di finanziarle. Vedete, la scienza si presenta in una forma grezza, non completamente ben decisa e ben costruita, e a volte ci vogliono un po’ più di finanziamenti e discussioni per ottenere i protocolli dove devono andare. Ebbene, Voltaire lo permetterà e col tempo il nostro sistema di tesoreria potrà diventare uno dei più grandi fondatori della ricerca accademica teorica e applicata del mondo. In sostanza diventeremo noi stessi il nostro NSF, è una cosa bellissima e dice al mondo che Cardano non è qui solo per se stesso, è qui per creare una ricerca libera da brevetti e open source per tutti, che è interdisciplinare, non è solo informatica, è scienza politica, non è solo scienza politica, è economia, è in definitiva l’utente a cui puntiamo. Ci preoccupiamo molto dell’identità economica, ci preoccupiamo molto del mondo in via di sviluppo, ci preoccupiamo molto dei miliardi di persone che sono state lasciate indietro dalla globalizzazione e non hanno mai avuto la possibilità di rialzarsi.

Il punto finale del lavoro che facciamo e il motivo per cui abbiamo investito così tanto tempo, denaro e fatica, centinaia di milioni di dollari, cinque anni, oltre sessanta documenti scientifici, più di un milione di righe di codice, questo non è uno sforzo banale, è stato il lavoro della mia vita, è stato il fatto che se lo facciamo bene, possiamo costruire un sistema operativo che il mondo può usare, fare le cose in modo diverso, votare in modo diverso, avere diversi concetti di diritti di proprietà, avere diversi tipi di lavoro, essere in grado di lavorare in un mercato globale e, soprattutto, i più giovani di noi avranno accesso allo stesso sistema che hanno i più ricchi e i più potenti tra di noi. Non c’è mai stato un caso nella storia dell’umanità in cui siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo. E in realtà, la parte più magica di tutto questo è che il potere è spinto al limite. Sapete, sono un eterno ottimista e per quanto le cose si mettano male, non ho mai ceduto al cinismo e non ho mai creduto che in qualche modo le persone intorno a me non siano degne o degne di autogoverno e di autonomia. Credo che quando si dà potere alle persone e quando si dà loro l’opportunità e si dà loro la possibilità di decidere da soli, non lo sprecheranno, anzi, alla fine, a lungo andare, accettando alcuni errori lungo il cammino, saranno all’altezza della situazione, ti sorprenderanno.

Non c’è esempio più grande dell’industria dei crittografi, dieci anni fa non eravamo niente, solo una miniera portatile, dieci anni dopo, sono andato in Mongolia e i cammellieri lo sapevano, vado nel paese della Georgia e vedo enormi magazzini minerari, il lavoro quotidiano della gente è quello di svegliarsi ogni giorno e fare una piccola cosa in questa gigantesca industria che non esisteva nemmeno una decina di anni fa. Suona rigorosamente come una questione di responsabilizzazione delle persone e di rendere il mondo un po’ più giusto. Penso che quello che abbiamo fatto qui a Cardano, non è che abbiamo costruito una kryptonet o costruito una grande comunità, abbiamo stabilito un’impronta di come pensare un po’ diversamente e giocare un gioco diverso per il mondo intero e portare tutte queste nuove idee, con i soldi, le risorse, l’ispirazione della comunità necessaria per realizzare le persone che ne hanno bisogno. Alcuni dei miei momenti più preziosi sono stati quando sono andato in Etiopia, Ruanda, Sudafrica e ho avuto l’opportunità di incontrare persone che avevano meno di niente, persone che hanno davvero perso ogni capacità di stare in piedi, eppure sono state alcune delle persone più felici e ispirate che abbia mai incontrato e le più meritevoli della nostra compassione e del nostro aiuto, se possibile. Ma non riusciremo mai a ottenere nulla semplicemente dando cose alle persone, dobbiamo dare loro gli strumenti per potersi costruire le cose da soli e competere lealmente, ecco da dove viene questa povertà e perché questi paesi non riescono a reggere, i sistemi sono cattivi, non le persone. E il punto delle criptovalute è sempre stato a lungo termine, per liberarci tutti e darci un modo diverso di fare le cose. Nessuno è contento di come stiamo facendo le cose, ecco perché abbiamo le proteste, nessuno è contento di come funziona il mondo, ecco perché abbiamo ancora queste guerre, queste lotte e questi problemi. E vorrei credere che se il lavoro della nostra vita ha successo, possiamo guardare indietro e dire che quelli erano i tempi brutti e ringraziare Dio che abbiamo vissuto nei tempi buoni. Quindi è stata una strada lunga e la strada davanti a noi è ancora più lunga, più ripida e difficile, ma ciò che mi dà grande conforto è che non sono più solo su quella strada, abbiamo un esercito, ognuno di voi ed io abbiamo fatto del mio meglio per portarvi ad un punto in cui potete iniziare ad aiutare a modo vostro ed essere in grado di prendere le vostre decisioni su dove va questa piattaforma. E non voglio mai andarmene, voglio stare qui tutto il tempo, finché il mio corpo me lo permetterà, ma non voglio essere il leader, voglio solo stare al tuo fianco e costruire con te. Così con il cFund potete venire da noi e lavorare direttamente con noi, dcFund, con il lancio di Voltaire, potete lavorare tra di voi e comunque, ce la faremo e i nostri anni migliori sono davanti a noi, i nostri tempi migliori sono davanti a noi. Sarà molto divertente e ne varrà la pena, ci saranno ancora un po’ di dossi lungo la strada ma, ci arriveremo. Grazie a tutti per essere venuti al mio evento, grazie a tutti per essere venuti a Cardano e per averci dato l’ora della giornata. E non vedo l’ora di ascoltare gli oltre 100 altoparlanti, i pannelli e sentire un sacco di idee davvero grandiose e interessanti e non vedo l’ora di vedere cosa voi, la comunità, escogitate con Voltaire, è difficile credere che finalmente siamo arrivati qui e che stiamo consegnando il finale e Shelley allo stesso tempo ed è davvero difficile credere che stiamo arrivando ad un punto in cui stiamo lavorando con così tante persone straordinarie, è il privilegio di una vita, grazie per l’ascolto e buona fortuna a tutti.

Leggi la prima parte qua

1 Like