🇮🇹 "L'interoperabilità è la chiave per la crescita della blockchain"

:it: Traduzione italiana di “Interoperability is key to blockchain growth - IOHK Blog”

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


L’interoperabilità è la chiave per la crescita della blockchain

Ponti, sidechains e il convertitore AGIX ERC20 stanno fornendo soluzioni per lo sviluppo cross-chain di Cardano

img

Cardano sta espandendo costantemente una vasta comunità di sviluppatori e appassionati di blockchain. Secondo Cardano blockchain insights, ci sono oltre 4,5 milioni di token nativi, oltre 5.000 progetti NFT e più di 900 progetti complessivi che si basano su Cardano fino ad oggi.

Per sostenere questa crescita, la comunità sta ora lavorando su una più ampia adozione di Cardano. La capacità di lavorare con altre blockchain - interoperabilità - è la chiave per questo.

In questo post, Input Output Global (IOG) dà uno sguardo ai ponti blockchain, alle sidechain e al ruolo del convertitore AGIX ERC20. Questi sono gli elementi fondamentali che consentono la comunicazione tra le blockchain per garantire una maggiore scalabilità, l’adozione della tecnologia e la facilità d’uso.

Interoperabilità

Oggi, ci sono migliaia di blockchain - Bitcoin, Ethereum, Algorand, Solana, e così via. Impiegano una serie di linguaggi di programmazione e hanno i loro sistemi e le loro regole. L’interoperabilità è la capacità delle diverse reti blockchain di connettersi per scambiare e sfruttare i dati tra di loro e per muovere tipi unici di beni digitali.

Il valore detenuto nelle blockchain sta aumentando esponenzialmente. Tuttavia, per far evolvere il settore, ogni rete non può essere limitata al proprio “silos”, funzionando nel proprio ecosistema. Man mano che il volume delle transazioni aumenta, gli utenti tendono a passare ad altre reti perché ogni blockchain gestisce compiti specifici che gli altri potrebbero non affrontare. Il desiderio di cambiare rete può anche riguardare le tariffe, la velocità di elaborazione delle transazioni, la sicurezza o gli incentivi.

L’interoperabilità è essenziale per il successo delle tecnologie blockchain - gli utenti devono avere la possibilità di transare tra loro senza essere limitati ad una certa rete. Gli sviluppatori dovrebbero essere in grado di scrivere contratti intelligenti che sono compatibili con molte blockchain. E, naturalmente, gli utenti dovrebbero essere in grado di transare con tutti i tipi di token senza limitazioni.

Sidechains e blockchain bridges sono due tecnologie che consentono l’interoperabilità permettendo agli utenti di interagire tra loro simultaneamente su più blockchains.

Ponti Blockchain

Nel 2017, durante la sua presentazione alla lavagna su Cardano, Charles Hoskinson ha detto:

L’idea dell’interoperabilità è che non ci sarà un unico token per governarli tutti.

I ponti di blockchain permettono a un token nativo di una blockchain di essere usato su un’altra blockchain. Un ponte permette ai token di essere spostati da una blockchain all’altra, dove possono essere utilizzati per i pagamenti o per interagire con applicazioni decentralizzate (DApps).

Ci sono tre tipi di ponti di blockchain:

  • Centralizzati: questi ponti sono di proprietà e completamente controllati da una singola parte (cioè una società) che convalida tutte le operazioni del ponte.
  • Permessi (federati): questi ponti sono più decentralizzati in quanto sono gestiti da più parti. Tuttavia, una persona o un’entità che vuole diventare un validatore ha bisogno del permesso della federazione che mantiene il ponte per impostare e gestire un nodo che aiuti a convalidare le operazioni del ponte.
  • Senza permessi (trustless): questi ponti funzionano come un sistema completamente decentralizzato. Chiunque può unirsi a questo ponte per aiutare a mantenere la validità delle sue operazioni.

Generalmente, gli operatori del ponte agiscono come validatori della rete. Gli operatori accettano i token che sono in fase di migrazione e li memorizzano in uno speciale contratto intelligente. Poi, usando gli smart contract, gli operatori possono emettere l’equivalente di quei token su un’altra rete. Alcuni ponti possono spostare solo token in una direzione, altri possono effettuare trasferimenti in entrambe le direzioni. Per esempio, i ponti unidirezionali possono spostare token da Ethereum a Cardano per far interagire gli utenti con le DApps su Cardano. Se un ponte è bidirezionale, allora gli utenti saranno in grado di spostare i token indietro da Cardano a Ethereum. Il meccanismo del ponte dipende dal tipo di contratti intelligenti utilizzati all’interno delle reti.

Cos’è il convertitore AGIX ERC20?

Attraverso uno sforzo collaborativo, IOG e SingularityNET hanno intrapreso una missione per costruire una soluzione per guidare una maggiore adozione di Cardano - creando un ponte per gli sviluppatori Ethereum per sfruttare i vantaggi intrinseci della rete, tra cui un modo più prevedibile e conveniente per ospitare le loro applicazioni.

SingularityNET ha recentemente lanciato il convertitore AGIX-ERC20 su mainnet. Questo ponte è centralizzato nel senso che la validità delle sue operazioni e il successo del trasferimento di token sarà gestito esclusivamente da SingularityNET.

Mentre SingularityNET può ora supportare il convertitore AGIX-ERC20 in modo indipendente, IOG continua ad esplorare la possibilità di altre soluzioni. Questo porterà un maggior grado di scelta all’ecosistema Cardano - consentendo agli sviluppatori di selezionare strumenti che si adattano alle loro esigenze specifiche. Il team commerciale di IOG è anche disponibile per gli sviluppatori, DApps, e le imprese per informarsi su potenziali collaborazioni riguardanti i futuri convertitori - o qualsiasi altra iniziativa - e può essere raggiunto utilizzando il modulo di contatto.

Sidechains

Ora parliamo delle sidechains. Il principale vantaggio delle sidechains è la loro capacità di introdurre nuove funzionalità nella rete senza causare rischi per la sicurezza della rete principale. Le catene laterali espandono la scalabilità della blockchain perché tolgono il peso dell’elaborazione della logica complessa dalla catena principale, aumentando così la velocità (e diminuendo il costo) dell’elaborazione delle transazioni. Le sidechain possono anche agire come un meccanismo bidirezionale per il trasferimento di token tra la catena principale e le catene aggiuntive, che a sua volta aumenta notevolmente l’interoperabilità della blockchain.

In parole povere, una sidechain è una blockchain separata che è collegata alla mainnet. La rete principale agisce come una blockchain madre, ma poiché le sidechain sono registri separati, non sono influenzati dal traffico generale. Le organizzazioni possono impostare le proprie sidechain per elaborare le transazioni, eseguire i contratti intelligenti e spostare i token più velocemente. Queste operazioni non sono solo più efficienti, ma anche molto più economiche rispetto alla catena principale, a vantaggio di tutti.

Le catene secondarie possono anche ereditare alcune (o tutte) le caratteristiche della catena madre, come il modello ledger e il meccanismo di consenso. Tuttavia, possono anche adottare un modello diverso a seconda degli obiettivi dell’organizzazione. Per esempio, una sidechain può combinare diversi protocolli di sicurezza, algoritmi di consenso o modelli di governance per creare una nuova sidechain che interagisca con altre reti.

Sidechains di Cardano

Aggiungendo una sidechain a Cardano, è possibile creare opportunità per gli sviluppatori che utilizzano il linguaggio Solidity su Ethereum. Per esempio, utilizzando la Ethereum Virtual Machine (EVM), gli sviluppatori possono facilmente costruire DApps sopra Cardano.

Milkomeda è un protocollo sidechain che è stato lanciato di recente per supportare Cardano. Esso consente ai contratti intelligenti compatibili con EVM di essere eseguiti sulla sidechain Milkomeda C1, che è collegata alla catena principale di Cardano. Attualmente, Milkomeda non utilizza il modello di sicurezza di Cardano, ma questo è in corso di risoluzione per garantire il massimo livello di sicurezza. Milkomeda fornisce un’ampia selezione di DApps permettendo agli sviluppatori di fare il porting dei progetti esistenti da Ethereum e permette anche alle ultime innovazioni nella tecnologia zero-knowledge di essere implementate come soluzioni L3+ sopra il suo protocollo. Inoltre, Milkomeda mira a fornire interoperabilità tra Cardano e altre blockchain come Solana entro la fine del 2022.

All’inizio di questa settimana, Wanchain ha annunciato nuovi ponti cross-chain decentralizzati, non custodiali e bidirezionali che collegano Cardano ad altre blockchain di livello 1. Wanchain è sia una blockchain sostenibile layer 1 proof-of-stake (PoS) che una soluzione di interoperabilità decentralizzata. La blockchain Wanchain layer 1 PoS è un ambiente Ethereum-like completo che funziona con strumenti Ethereum standard, DApps e protocolli. È importante che condivida alcuni punti in comune con Cardano. Wanchain utilizza un algoritmo di consenso PoS chiamato Galaxy Consensus che sfrutta una varietà di schemi crittografici tra cui la condivisione distribuita dei segreti e le firme a soglia per migliorare la generazione di numeri casuali e i meccanismi di produzione dei blocchi. Galaxy Consensus, sviluppato da ricercatori e accademici di livello mondiale, è una continuazione di Ouroboros di Cardano.

Il Dr. Ben Goertzel, CEO di SingularityNET, ha anche recentemente annunciato che il suo pionieristico progetto AI sta introducendo la sidechain HyperCycle. È stato progettato come un’architettura leggera di livello 2 per consentire l’esecuzione di microservizi a basso costo, ad alta velocità e su larga scala sulla catena. Questo progetto è specificamente progettato per ottimizzare i processi legati all’AI, e avrà profonde implicazioni per molti domini oltre l’AI che richiedono soluzioni di sidechain efficienti e scalabili.

Orbis è un’ulteriore soluzione di scalabilità in fase di sviluppo all’interno dell’ecosistema Cardano. Orbis agirà come un protocollo ZK (zero-knowledge) rollup layer 2, spostando il calcolo fuori dalla catena per scalare il throughput di Cardano.

Ultimo ma non meno importante, IOG sta progettando di rilasciare una nuova sidechain EVM senza permessi quest’anno. Questa sidechain permetterà agli sviluppatori di scrivere contratti intelligenti Solidity su Cardano, creare DApps compatibili con EVM, e token compatibili con ERC20 (e nel tempo, le proprie sidechains) guadagnando molti dei benefici di Cardano. Ciò significa che gli utenti beneficeranno di commissioni molto più basse e tempi di regolamento più veloci su una blockchain più sostenibile dal punto di vista ambientale. Le caratteristiche chiave della sidechain EVM saranno la piena compatibilità con gli aggiornamenti e gli strumenti di Ethereum, la compatibilità del portafoglio Web3, l’uso del protocollo di consenso proof-of-stake Ouroboros Byzantine Fault Tolerance e, naturalmente, la sua capacità di ereditare la sicurezza dalla catena principale Cardano.

Lo show Cardano360 di aprile conterrà aggiornamenti da Milkomeda, Wanchain, Orbis e dai team della sidechain EVM di IOG. Assicurati di partecipare per saperne di più.