🇮🇹 "Come il pledge manterrà Cardano in salute"

:it: Traduzione italiana di “How pledging will keep Cardano healthy” scritto da Lars Brunjes e pubblicato sul blog IOHK il 12 maggio 2020.

Traduzione a cura di LordWotton di RIOT stake pools


Come il pledge manterrà Cardano in salute

La prevenzione degli attacchi alla blockchain decentralizzata è solo uno dei vantaggi del processo.

Con l’avvicinarsi di Shelley sulla main-net di Cardano, il decentramento è diventato inevitabilmente un argomento di dibattito. Indipendentemente dall’intento iniziale, le criptovalute proof-of-work come Bitcoin ed Ethereum sono diventate sempre più centralizzate nel tempo. I primi tempi in cui gli appassionati di Bitcoin minavano i blocchi da casa nel fine settimana sono ormai lontani e oggi vediamo solo un piccolo gruppo di miner specializzati e professionali dominare le rispettive blockchain.

Di per sé, questo non è necessariamente un male - ma se succedesse a Cardano, andrebbe contro la nostra visione di un protocollo decentralizzato e proof-of-stake.

Cardano è stato progettato dalle fondamenta con il decentramento al suo centro e, in particolare, nei meccanismi di delega e di rewards. Sulla rete Cardano, i pool al di sopra di una certa dimensione non saranno competitivi, e per tutti le ricompense ricevute per la delega sono ottimali quando ci sono molte pool di medie dimensioni. Ogni ecosistema beneficia della diversità. Allo stesso modo, riteniamo che questo approccio offra il miglior equilibrio tra l’incoraggiamento del coinvolgimento della base da parte di membri qualificati della comunità e il sostegno a coloro che mirano a creare attività commerciali di stake pool.

Il pledging, e come funziona

Durante la registrazione della stake pool, il gestore della stessa può scegliere di dare in pegno una parte dei propri fondi personali alla propria pool per renderla più attraente. L’importo dato in pledge può essere modificato di volta in volta e sarà restituito all’eventuale chiusura della stake pool.

Tutti possono gestire una pool sulla blockchain Cardano. Non è richiesto alcun impegno minimo. Gli operatori di stake pool possono opzionalmente impegnare parte o tutti i loro fondi (o quelli dei loro amici e partner) alla propria pool per renderla più attraente. Maggiore è la quantità di Ada messa in pledge, maggiori saranno le ricompense che la stake pool riceverà, il che attirerà una maggiore delega da parte degli utenti.

È importante ricordare che non c’è anche un pegno massimo, quindi un operatore del pool con molti Ada da impegnare può massimizzare le proprie ricompense saturando il pool con il proprio stake e non necessitando alcuna delega ulteriore. Questo sarà ovviamente possibile solo per pochissimi operatori; la maggior parte degli altri cercherà di attrarre la delega con una combinazione di pledge, bassi costi, basso margine e buone prestazioni.

L’attrattiva di un pool per i delegati dipende da quattro elementi che interagiscono tra loro:

  • costi operativi (più bassi sono, meglio è);
  • margine dell’operatore (più basso è, meglio è);
  • performance (più alto è, meglio è);
  • livello di pledge (più alto è, meglio è).

Aumentando il pledge, l’operatore della stake pool può chiedere un margine operatore più alto, pur rimanendo attraente per i delegati.

Perché è necessario il pledge?

Il pledge fornisce un meccanismo per incoraggiare un sano ecosistema commerciale sulla blockchain Cardano. Questo meccanismo è necessario anche per proteggere il sistema dai Sybil attacks. Come ho già detto in precedenza, in un Sybil Attack, una persona con pochissimi fondi personali crea centinaia di pool con margini bassi e cerca di attirare la maggior parte degli staker nei propri pool. Se ci riesce, può controllare il consenso e impegnarsi in attacchi double-spending, creare forks, censurare blocchi e danneggiare o addirittura distruggere il sistema.

Rendendo più attraenti i pool con pledge più elevati, tali attacchi sono evitati, perché un attaccante deve ora dividere i suoi fondi tra molti pool, rendendo questi ultimi meno attraenti e aumentando il costo intrinseco del tentativo di Sybil Attack.

Quanto sarà influente il pledge?

Qui ci troviamo di fronte a un classico compromesso: vogliamo che il sistema sia il più decentralizzato possibile, ma allo stesso tempo vogliamo dare al maggior numero possibile di persone la possibilità di gestire una stake pool, quindi il pledge non dovrebbe avere un grande effetto sulle ricompense.

D’altra parte, dobbiamo proteggere il sistema dai Sybil attack, e quanto più alta è l’influenza del pledge, tanto più un attaccante ha bisogno di più Ada per riuscire in un attacco di questo tipo.

L’obiettivo è chiaro: vogliamo ridurre il più possibile l’influenza del pledge, pur essendo in grado di garantire la sicurezza.

Come possiamo determinare l’influenza del pledge?

Il parametro che determina l’influenza del pledge dovrà essere impostato prima del lancio di Shelley sulla main-net Cardano. Tuttavia, il parametro è stato progettato per essere flessibile e regolabile nel tempo. La testnet Shelley Haskell fornirà un’opportunità ideale per regolare questo parametro e testare quali valori funzionano e quali no. Stiamo anche sviluppando un calcolatore per aiutare gli operatori di stake pool a modellare i diversi importi di pledge e a capire come questo potrebbe influire sulla delega e quindi sui loro rewards e sulle loro entrate.

I valori ragionevoli dipendono da molti fattori: Quanto stake possiede un tipico operatore di pool? Quanto costa gestire un nodo? Quante persone sono interessate a gestire un pool? Abbiamo raccolto molti dati durante la Testnet Incentivata, e ne otterremo ancora di più dalla prossima testnet in stretta collaborazione con i nostri utenti.

Crediamo nel nostro approccio scientifico e siamo sicuri che il nostro progetto porterà ad un sistema decentralizzato, stabile e sicuro - ma la scienza e la matematica ti portano solo fino ad un certo punto. Bisogna sempre fare delle ipotesi di modellazione, e nessun modello potrà mai essere così complesso e colorato come il mondo reale e le persone reali che compongono la comunità di Cardano.

Abbiamo già visto alcuni contributi e dibattiti molto positivi sull’argomento, tra cui quello su Reddit e una recente show sul Cardano Effect. Le testnet Shelley Haskell saranno per noi il terreno di formazione perfetto per continuare a discutere, valutare e iterare, collaborando con gli operatori delle stake pool per vedere cosa è ottimale per tutti. Proprio come abbiamo visto con il successo della Testnet Incentivata e del recente lancio di Daedalus Flight, è di nuovo il momento di attingere all’aiuto della comunità per mettere in pratica la nostra ricerca.