🇮🇹 "Riassunto del Cardano Summit 2021: la governance è la prossima grande cosa"

:it: Traduzione italiana di “Cardano Summit 2021 summary: Governance is the next big thing - IOHK Blog” scritto nel blog IOHK

Traduzione italiana a cura di Lordwotton di RIOT Stake Pools. Se apprezzi queste traduzioni, per favore valuta di supportare il mio lavoro delegando i tuoi ada a RIOT :pray: entra nel nostro gruppo Telegram


Riassunto del Cardano Summit 2021: la governance è la prossima grande cosa

Charles Hoskinson dice che per continuare a crescere l’industria della blockchain deve finire ciò che ha iniziato

img

Come si chiude un evento come il Cardano 2021 Summit? Con dozzine di relatori, l’annuncio di una serie di nuovi accordi, e il tutto che si è svolto dal vivo in sei luoghi in tutto il mondo e guardato online in più di 40 centri della comunità e in decine di migliaia di case, è certamente un compito difficile.

Idealmente si vorrebbe ribadire i punti principali dell’evento, spacchettare le intuizioni emerse dal riunire tutti quei cervelli - e poi dare un indizio di ciò che potrebbe essere il prossimo.

Il compito è ricaduto su un panel adeguatamente potente, riunito sul palco di Laramie nel Wyoming, la tappa dell’evento a cui ha partecipato Charles Hoskinson, amministratore delegato di IOG. Oltre a Hoskinson, il gruppo era composto da Romain Pellerin, capo della tecnologia IOG; Jerry Fragiskatos, capo commerciale; Joel Telpner, capo dell’ufficio legale; Frederik Gregaard, capo della Cardano Foundation; e un eroe locale non IOG, Caitlin Long, fondatore e capo di Avanti Bank and Trust. Il moderatore era Rob Adams, vicepresidente della strategia aziendale IOG.

Adams ha impostato la scena dicendo che il pannello era davvero sul portare l’industria blockchain dalla nicchia al mainstream. Le sue abili digressioni hanno guidato i relatori attraverso i temi dell’evento: utilità, governance, adozione e impatto. Uno di questi si sarebbe rivelato più saliente nella traiettoria futura della blockchain, guidata da Cardano? C’erano degli indizi su dove sarebbe andato dopo?

Un indizio è venuto dalle reazioni del pubblico locale negli Stati Uniti. Ogni punto fatto dagli oratori sulla prevenzione della violazione della libertà individuale ha ottenuto un applauso. Fermare le multinazionali che rubano i nostri dati: applausi. Educare i legislatori ad essere più favorevoli alla blockchain: applausi. Impedire ai governi di ingannare il popolo e rendere le elezioni eque e trasparenti: grande applauso.

Serve una tecnologia che possa attraversare i confini, e i sistemi tradizionali sono molto lenti a creare questi ponti - Romain Pellerin

Partendo dal tema dell’adozione, Pellerin ha sottolineato che la tecnologia blockchain è nata in risposta a un bisogno. In futuro, quindi, l’adozione e l’utilità rimarranno intimamente legate. Blockchain non è qui, sapete, a caso. Penso che sia la tecnologia del suo tempo", ha detto.

In un mondo che si è globalizzato, hai bisogno di una tecnologia che possa attraversare i confini, e i sistemi legacy sono molto lenti a creare questi ponti". Ha poi suggerito che blockchain era ‘il sistema’ per programmare l’interoperabilità, non solo tra le catene ma ovunque fosse necessario.

Se Pellerin sembrava suggerire che l’adozione e l’utilità si sarebbero prese cura di se stesse, Fragiskatos ha introdotto una nota di cautela. Dato che la prossima ondata di nuovi adottanti includerà le grandi imprese e i governi, la cura extra è garantita, ha detto. La mia preferenza è che continui ad essere di base - cioè, alimentato prima dagli individui - e che le piccole imprese siano costruite sopra di loro. E poi le imprese e i governi vengono per ultimi, dal mio punto di vista personale", ha detto, portando il primo grande applauso della sessione.

La mia preferenza è che l’adozione della blockchain continui ad essere di base e sia alimentata dagli individui in primo luogo - Jerry Fragiskatos

Dopo tutto, ha aggiunto, quando un’economia è sana, è basata sul consumatore e in gran parte gestita da “piccole imprese prima, e poi imprese e governi per ultimi. E mi piacerebbe che rimanesse così”.

Così come i primi applausi e le prime acclamazioni, i commenti di Jerry hanno portato la prima apparizione della serata dello spettro delle grandi imprese e di un governo ancora più grande. Riprendendo questo tema, Long ha parlato dell’arretratezza “stupefacente” della maggior parte della tecnologia bancaria. Le grandi imprese rendono davvero le cose complicate", ha detto.

Non operano secondo il principio del “Keep it simple, stupid”. E penso che molti sviluppatori di blockchain lo facciano perché stiamo operando su piattaforme comuni, aperte, open-backend. E l’intera idea di questo è che chiunque può unirsi alle reti".

È la classica frase di Gandhi: Prima ti ignorano, poi ridono di te, poi vinci - Caitlin Long

Long non tardò a sollevare un applauso dal pubblico locale alludendo al successo che la comunità del Wyoming ha avuto nel plasmare le leggi legate alla blockchain. Purtroppo, ma non sorprendentemente, la svolta è stata ampiamente ignorata dai poteri (centralizzati). È la classica frase di Gandhi: Prima ti ignorano, poi ridono di te, poi vinci. Non la sto citando correttamente, ma l’idea è questa!

Ha poi invitato la comunità Cardano a chiedere conto al Wall Street Journal di non aver fatto riferimento al Wyoming nel suo articolo online quel giorno sulle stablecoin. Quindi, a proposito, apprezzerei se tutti voi faceste esplodere questo sui social media - perché amano ignorarci".

Questa chiamata all’azione, anche se solo online, ha sollevato un grande applauso.

Sembrava che Gregaard, con il suo berretto piatto, potesse capitalizzare il tema della rivolta. Ma la sua ora come agente di cambiamento sociale non era ancora arrivata. Invece, ha fatto un punto convincente sulla differenza tra la prima ondata di adottanti, come i giocatori, che sono “nati digitali”, e le industrie più grandi e più vecchie, la maggior parte delle quali sarebbero rimaste “non-blockchain-enabled” e quindi erano condannate. La blockchain-enabled vince ogni singola volta", ha detto.

La prossima ondata di adozione verrebbe quindi non dai molto grandi (che non possono o non vogliono cambiare) o dai molto piccoli (che non ne hanno bisogno), ma da una terra di mezzo, ha detto Gregaard, citando i sistemi finanziari SAP e Oracle. 'Saranno parti di banche, [e aziende] nel mezzo del processo aziendale. Questo è il modo in cui lo vedo".

Forse… forse no è stata la risposta di Hoskinson. Non importa quanto bene pianifichi, non sai davvero da dove verrà la prossima ondata, ha detto. Puoi sempre essere smentito da ciò che la gente vuole veramente - come le persone che preferiscono i video di gatti alle sue sessioni di ‘Ask Me Anything’ su YouTube. Davvero, la chiave è solo essere flessibili e adattivi abbastanza da essere in grado di essere competitivi in qualsiasi aspetto del futuro".

Ora era il suo turno di porre una domanda. Quali esperienze dei consumatori sono ora abilitate che non erano possibili prima? Un grande esempio è stato quando gli smartphone hanno rivoluzionato il GPS. Un giorno devi stampare una mappa da MapQuest; il giorno dopo è tutto fatto per te dal vivo, proprio nella tua mano. La combinazione dell’iPhone e di Google Maps ha dimostrato di essere la risposta della tecnologia al video del gatto che attira senza sforzo l’attenzione di tutti.

Il primo contributo di Hoskinson al dibattito è stato quindi quello di mettere in guardia dal fare un feticcio della “perfetta pianificazione dall’alto”. Rob ha poi maliziosamente fatto notare che le grandi vittorie celebrate al summit sono state con le grandi imprese e i governi. Era una contraddizione?

No, ha detto Fragiskatos. Il punto è che si ha sempre a che fare con persone, individui. L’impresa e il governo servono i consumatori, in definitiva. Quindi non penso affatto che sia contraddittorio. Sto solo dicendo che il potere dovrebbe essere degli individui. Le imprese hanno il loro ruolo in questo; deve solo essere nel giusto contesto. E dovrebbe essere dal basso verso l’alto. [Questo è l’ethos della nostra industria [ed] è ciò che rende una società sana. La nostra industria ha un ruolo da svolgere per mantenere la democrazia sana".

Hmm, questo era un grande punto e mi ha fatto davvero pensare, e forse anche al pubblico. Perché questa non è solo la governance; è la governance al quadrato. La governance interna della blockchain fa sentire la sua influenza nella più ampia governance della società - il governo, in effetti.

Pellerin è salito a bordo. Il fondo e l’alto - non lo capisco davvero. Si tratta sempre di persone", ha detto. Il pubblico si è svegliato al suo punto successivo, sui disagi degli utenti. Questo è il risultato di un ‘attrito’ tra i ‘silos’ tecnologici, ha detto Pellerin. Provate a spostare il vostro contenuto da Facebook a Instagram o WhatsApp - è una sofferenza e spesso non è nemmeno possibile. Devi farlo manualmente. Giusto?

Anche se le reti sono in definitiva solo persone, siamo diventati tagliati fuori l’uno dall’altro, “persi nei silos”, ha detto Pellerin, mentre ciò che era necessario era una “esperienza senza attrito tra le imprese”.

Telpner ha esteso il tema alla regolamentazione in generale, basandosi sui commenti di Long sulle banche nel suo stato natale. La cosa importante di quello che il Wyoming sta facendo è che non stanno dicendo nessuna regolamentazione - stanno dicendo il giusto tipo di regolamentazione", ha detto.

La cosa importante di quello che il Wyoming sta facendo è che non stanno dicendo nessuna regolamentazione; stanno dicendo il giusto tipo di regolamentazione - Joel Telpner

Con la tecnologia rivoluzionaria, “i regolatori stanno giocando a rimpiattino, e a volte è più facile per loro dire semplicemente No che capire come prendere i regimi normativi esistenti e modificarli, e fare ciò che dobbiamo fare per facilitare la nuova tecnologia”.

Fondamentalmente, ha detto Telpner, tutti erano d’accordo sulle cose importanti: “idee di protezione dei consumatori, di prevenzione delle frodi”. Se la maggior parte dei regolatori nei paesi sviluppati non aveva ancora capito che la blockchain era un modo migliore per fare queste cose, le loro controparti altrove potevano vedere l’opportunità. I paesi più piccoli avevano una mano relativamente libera a causa della mancanza di sistemi tradizionali ingombranti. Alcune delle innovazioni abilitate da blockchain nei paesi più piccoli sarebbero degne di essere importate nelle nazioni leader.

Un esempio era l’inclusione finanziaria; un altro era la questione dell’identità. Pellerin ha sottolineato che l’identità è sempre stata la logica “entrata” nel sistema blockchain, con la “divulgazione selettiva” che arriva dopo, se si è fortunati. Ma Long ha di nuovo conquistato il cuore del pubblico facendo una distinzione chiave: “I governi controllano le prove di identità. [Ma cos’è l’identità? È l’essenza del tuo essere - è governata dalla legge naturale. Non ha niente a che fare con un documento d’identità o un pezzo di carta o qualsiasi altra istanza di chi sei. È ciò che sei. E questo è importante”.

Quando gli applausi si sono spenti, ha aggiunto: “Perché in questo momento ci sono 15 milioni di persone che sono venute negli Stati Uniti che non hanno quei documenti che possono fornire la prova di chi sono - e questi sono gli unbanked”.

Le aziende tendono a fare un lavoro migliore dei governi su questo, ha detto, ma il problema con la consegna del tuo ID ad una banca è che può condividere queste informazioni con altre istituzioni, e “i dati in movimento sono di solito meno sicuri dei dati a riposo” - soprattutto quando non sono criptati.

Hoskinson è intervenuto a questo punto. Forse il discorso sulla governance stava diventando un po’ politico. Solo molto velocemente, scusate. Quindi IO non sta costruendo nessun passaporto per i vaccini - lo sto solo sottolineando". Potrebbe aver ricevuto il più grande applauso della serata, ma il commento ha portato ad una serie di punti molto seri sulla nozione di identità.

La realtà è che l’identità non è una cosa unica. Hai una persona, ma quella persona può avere molte identità diverse. Ha un’identità online, un’identità lavorativa, un’identità familiare, un’identità religiosa, un’identità quando va a trovare i suoceri".

Essere in grado di riprendere il controllo di tutte queste diverse identità era la ‘magia’ dei DID, o identificatori decentralizzati, ha detto Hoskinson. La reputazione è ciò che conta dell’identità… ed è sempre collegata ad un contesto. Voglio assumerli? Voglio che si prendano cura dei miei figli dopo la scuola?

Attualmente, chi controlla la società controlla l’identità delle persone. Ma non abbiamo più bisogno che le autorità centrali e le istituzioni siano il tessuto di collegamento per spostare la reputazione".

I grandi gruppi tecnologici tradizionali “tutti a modo loro stanno creando sistemi di identità, e li stanno incorporando nei prodotti di consumo. E ci mettono sopra piccoli nomi intelligenti, come Google ID o Google authenticator o Apple Pay”.

Hoskinson ha dipinto il quadro di una battaglia per le identità, una battaglia che sarà combattuta in una finestra temporale fissa. E chi vincerà avrà un profondo impatto sulla vostra capacità di usare la vostra vita. Controllare la nostra identità e farla essere auto-sovrana è [una delle] maggiori sfide del 21° secolo. È fondamentale e . . . [una che] questa industria deve vincere per sopravvivere".

Telpner ha aggiunto che mentre la blockchain potrebbe fornire gli strumenti per riprendere i dati personali, spetta alle persone stesse dire alle banche: 'Questo è nostro. Questo non è vostro". Aveva il tifo scritto dappertutto, ma il pubblico è rimasto in silenzio. Forse stavano pensando.

Fragiskatos sapeva come coinvolgere il pubblico nella discussione sull’ID. Penso che ci siano affari e personale. Questo [ID] è molto personale. Sono stufo che i miei conti vengano compromessi. L’ultima volta che ho controllato tutti i miei account erano compromessi. E poi ci sono aziende che fanno soldi con i miei dati. Ti fa sentire impotente perché - Oh, è solo il modo in cui è. Giusto? Questa è la sensazione a cui ci siamo abituati. Penso che [blockchain] sia semplicemente il sistema migliore, punto. E alla fine sarà adottato ovunque".

La folla l’ha amato. Gregaard ha poi legato la questione con le ambizioni più grandi della blockchain, come un correttivo all’eccesso di potere statale. Penso davvero che perderemo quella guerra", ha detto con intensa convinzione. Con il suo riferimento alla guerra, era chiaro che stava affrontando non solo la frustrazione di Jerry con il compromesso dei dati, ma anche i commenti di Hoskinson su una guerra per il controllo delle identità.

Se non possiamo mostrare una partecipazione significativa … e far sì che le persone mostrino davvero la loro opinione, non riusciremo a vincere quella [battaglia contro la sopraffazione dello stato] - Frederik Gregaard

Se non possiamo cambiare i governi, se non possiamo mostrare una partecipazione significativa con un sistema di voto non fungibile e far sì che le persone mostrino davvero la loro opinione, non riusciremo a vincere. L’unico modo in cui possiamo vincere è dimostrare che possiamo creare un’identità fidata su una blockchain, che ha più fiducia di quella che le imprese e le banche stanno raccogliendo. E se non siamo in grado di farlo, allora abbiamo perso prima ancora di iniziare la battaglia".

La domanda successiva è venuta dallo stesso Hoskinson: "Qual è la prossima grande cosa? Sembrava essere diretta a Gregaard, seduto alla sua sinistra.

Gregaard ha detto che era l’interoperabilità dei sistemi esistenti, non solo le catene, per rendere più facile ottenere cripto nella valuta fiat, tra le altre cose.

Per Telpner la prossima grande cosa era chiara: la governance. Certamente è stato il tema che ha continuato a sollevare la testa in quasi tutte le discussioni. Fragiskatos ha detto che non era necessario conoscere la prossima grande cosa, ma la sua scommessa era che sarebbe stata l’interruzione dei social media.

Per finire la conversazione, Hoskinson è salito sul palco da solo, e ci ha riportato ai primi principi. C’era un “vuoto di onestà” nell’industria della blockchain, ha detto, che aveva “scritto un sacco di assegni” che doveva ancora incassare. L’attenzione doveva essere focalizzata sul finire le cose che erano state iniziate.

È uno dei nostri più grandi fallimenti. Diciamo alla gente, Usa questa applicazione, fai questa cosa, e poi esplode e decine di milioni e centinaia di milioni, poi miliardi di dollari vanno persi. Eppure in qualche modo non sembra migliorare - sembra solo peggiorare".

Sicuramente era un problema di governance? Forse, ma se è così, è un problema che richiederebbe più adozione per essere risolto.

Affrontare il peggioramento dell’azzardo morale intorno alle promesse, ha detto Hoskinson, richiederebbe standard più elevati, una migliore certificazione, revisione e pratiche di codifica rigorose. A tal fine stava collaborando con esperti nella verifica formale dei programmi. Il tipo di persone che chiami quando vuoi costruire un treno, un aereo o una macchina e ti assicuri che la cosa funzioni e che tu viva per raccontare la storia.

In qualche modo, dobbiamo costruire insieme un governo per Cardano, uno che funzioni - Charles Hoskinson

Come possiamo prendere queste incredibili innovazioni, nate dal mondo accademico e forgiate nell’industria, e metterle insieme e applicarle alla nostra industria in un modo che sia scalabile per un team di sviluppo agile - non dottori di ricerca che vivono in un laboratorio con budget da milioni di dollari, ma imprenditori, due, tre persone che lavorano insieme?

La risposta era una che sembrava riunire tutti e quattro i temi di utilità, governance, impatto e adozione. Si è scoperto che c’è questo bellissimo isomorfismo tra la certificazione e un app store aperto in questo momento", ha detto Hoskinson, con uno scintillio negli occhi.

Un app store come questo sarebbe un mondo lontano dal ‘modello di curation spinto sui consumatori’ finora, dove si può solo sperare che se un’app è nel negozio allora qualcuno ha fatto il controllo, e dove a volte si decide ‘che le persone non dovrebbero essere nell’app store perché forse competono con Papa Apple, o Google, o Microsoft’.

Hmmm, era un problema di governance? No, aspetta: forse è l’adozione. Utilità? OK, sono tutti.

'Cosa succede se si crea un negozio dove è sempre aperto, chiunque può venire, chiunque può costruire? Basta inviare una transazione alla blockchain - è lì. Ma poiché hai la possibilità di certificare, il modo in cui viene visualizzato e presentato, come appare al consumatore, è diverso. Più lavoro fai per dimostrare che le cose che hai sono di alta qualità, non una truffa, sicure, meglio appaiono. Meno lavoro fai, peggio appare. Un concetto abbastanza semplice, giusto?

Si preserva l’apertura, ma si lascia l’onere agli [sviluppatori di app] di dimostrare alle persone che scaricheranno questo, lo useranno, si fideranno della loro identità, dei loro soldi, della loro privacy - si lascia a loro il compito di provare che hanno fatto i loro compiti e che hanno fatto bene. Quello che Cardano sta facendo con così tanti grandi partner nella traccia dell’utilità è consegnarti questo".

Questo potrebbe essere stato parte del percorso di utilità, ma come spesso le altre tracce di adozione, impatto, e in particolare la governance sembravano fare capolino. Ed è stato a questo punto che Hoskinson ha avuto la (quasi) ultima parola. Oh, la governance. Questa è la più difficile di tutte. Accidenti! Perché? Perché abbiamo un governo che funziona!".

È seguito il più grande non-cheer della serata. Un anti-cheer assordantemente silenzioso.

Esattamente", ha continuato Hoskinson. L’unica cosa che so dai 52 paesi in cui sono stato negli ultimi anni, sapete cosa? La lamentela numero uno è: Il mio governo non funziona. Lo dicono gli svizzeri, lo dicono i russi, lo dicono i cinesi, lo dicono i giapponesi, gli americani, lo diciamo noi. Nessuno è contento del proprio governo. Quindi, in qualche modo, dobbiamo costruire insieme un governo per Cardano che funzioni. Buona fortuna! E sapete una cosa? Ce la faremo".

Seguite tutti gli annunci dal sito web del Cardano Summit 2021 e dal Twitter di IOHK.

Segnalazione di Dominic Swords.