🇮🇹 Un'introduzione alla governance decentralizzata su Cardano

:it: Un’introduzione alla governance decentralizzata su Cardano
(Scritto da @ElliotHill della Fondazione Cardano)

:it: Traduzione in italiano di “An introduction to decentralized governance on Cardano”


La governance è un punto centrale in tutto ciò che facciamo all’interno della società umana. Paesi, enti di beneficenza, aziende, e ogni altra organizzazione situata nel mezzo si basano su organi di governo - centralizzati o decentralizzati - per operare cambiamenti interni e prendere decisioni.

Ma, mentre è quasi universalmente accettato che qualche tipo di governo sia necessario, ciò che non è accettato così unanimemente è la forma di governo da attuare. Le differenze all’interno della comunità globale, le mutevoli forme di governance a livello nazionale e persino regionale, sono la prova che non esiste un modello perfetto.

Le blockchain, e per estensione l’ecosistema Cardano, hanno un bisogno simile di governance. Ma proprio come la blockchain cerca di sconvolgere l’inclusione finanziaria e trasformare il valore, ha anche grandi progetti sugli aspetti teorici e pratici della governance, ispirati ai principi di decentralizzazione e della trasparenza che spingono il potere ai margini.

Sperimentare e implementare nuovi modelli di governance fa parte di Voltaire su Cardano. Così come ci stiamo muovendo simultaneamente attraverso Goguen e Shelley, Voltaire sarà una fase di costante miglioramento ed esplorazione di ciò che è possibile su Cardano.

In questa introduzione alla governance su Cardano, esploreremo la differenza tra governance on-chain e off-chain, e scopriremo come si presentano i nostri esperimenti iniziali di governance su Cardano. Durante questo percorso, chiederemo anche al CEO della Cardano Foundation, Frederik Gregaard, opinioni e pensieri a riguardo.

Governance decentralizzata della blockchain: Il viaggio finora

Le blockchain non sono nazioni sovrane, né sono organizzazioni multinazionali con azionisti nel senso tradizionale. Le blockchain sono grandi ecosistemi di partecipanti con pari poteri che lavorano per un bene comune.

Questi partecipanti possono ricoprire ruoli diversi: sviluppatori, stake pool operators, imprese o utenti generici. Ma in definitiva tutti hanno un interesse in ciò che accade all’interno dell’ecosistema blockchain. Ogni partecipante ha inoltre prospettive uniche da offrire.

Tuttavia, la governance della blockchain ha generalmente riscontrato problemi nell’incentivare la partecipazione della comunità e allo stesso tempo lavorare per il beneficio dell’ecosistema più ampio.

Storicamente, è stato anche difficile assicurarsi che coloro che governano una comunità, e coloro che spingono i cambiamenti del protocollo, non diventassero poco rappresentativi dei sentimenti più ampi della comunità. Questi questioni sono state centrali per le idee che sono state alla base della governance della blockchain nel corso di tutti i diversi protocolli.

All’interno dell’ecosistema Cardano, Dor Garbash, Catalyst Product Manager di IOHK, ha sottolineato l’importanza di fornire incentivi uguali per i partecipanti per contribuire a sviluppare le idee di altri per il bene generale di Cardano, piuttosto che promuovere interessi personali.

Come soluzione, i ricercatori hanno provato i due tipi principali di governance blockchain, sia on-chain che off-chain. Esaminiamo loro differenze:

Off-chain Governance - La governance off-chain non viene effettuata utilizzando meccanismi di voto basati su blockchain. Pertanto, i possessori di token non esercitano il diritto di voto per decidere sulle proposte. Tuttavia, ci può ancora essere un ampio grado di consenso della comunità sulle proposte prima che siano presentate a un consiglio finale, o ai redattori, che supervisioneranno la loro attuazione.

Governance on-chain - La governance on-chain, come suggerisce il nome, fa uso di meccanismi di voto sulla blockchain, di solito attraverso token che rappresentano la partecipazione e conferiscono diritto di voto. Progettata per essere realmente decentralizzata nella teoria, la governance on-chain permette ad una vasta gamma di partecipanti all’ecosistema di votare e far sentire la propria voce sulle proposte chiave della blockchain e sulle decisioni della tesoreria.

Discutendo la differenza tra la governance on-chain e off-chain, Frederik Gregaard, CEO della Cardano Foundation, dice:

“È probabile che, per un ecosistema blockchain pienamente funzionante, sarà necessaria una governance sia on-chain che off-chain. La governance off-chain, attraverso iniziative come le proposte di miglioramento di Cardano, può mantenere la blockchain Cardano agile e aperta al cambiamento attraverso proposte guidate dalla comunità di esperti. Dall altro lato, la governance on-chain, come il fondo Catalyst, può consentire agli utenti di interesse e ad altre parti interessate di assumere un ruolo attivo nella direzione futura dello sviluppo di Cardano”.

Di seguito, scopriremo come si presenta la governance off-chain e on-chain sulla blockchain di Cardano.

Le proposte di miglioramento di Cardano (CIP)

I CIP sono uno dei primi esempi di governance fuori dalla catena guidata dalla Fondazione Cardano. Un singolo Cardano Improvement Proposal (https://cips.cardano.org/), o ‘CIP’, è un documento di progettazione formalizzato per la comunità Cardano. Ogni CIP fornisce informazioni o descrive una nuova caratteristica per la blockchain di Cardano in modo conciso e tecnicamente sufficiente.

I CIP nascono come idea su come migliorare la blockchain di Cardano o i processi che la circondano, con uno o più individui che sono disposti a proporre e discutere l’idea con la comunità di Cardano.

Ci sono tre tipi di CIP. Il primo, uno Standards Track CIP, si riferisce a qualsiasi cambiamento alla rete Cardano, come le regole di validità dei blocchi o delle transazioni. I CIP di processo descrivono i processi che circondano Cardano e che sono separati dal protocollo, per esempio, le modifiche alle procedure e alle linee guida. Infine, un CIP informativo potrebbe proporre modifiche ad un problema di progettazione di Cardano e non propone necessariamente una nuova caratteristica del protocollo.

Dopo le discussioni iniziali e il feedback della comunità, il CIP viene formalizzato in una proposta adeguatamente formattata e presentata come richiesta di pull al repository CIP, attraverso GitHub.

*Ogni CIP passa attraverso il processo di cui sopra prima di essere approvato

In quanto forma di governance fuori dalla catena, i CIP non impiegano un processo di voto guidato dalla comunità come Catalyst, come scopriremo di seguito. Tuttavia, richiedono un certo grado di consenso tra la comunità prima di essere proposti.

Una volta che un CIP è formalizzato, i redattori CIP decideranno sul suo stato, come mostrato nel flusso del processo qui sopra. I redattori CIP sono partecipanti chiave nell’ecosistema Cardano che supportano e fanno progredire i CIP, e possono approvare o rifiutare un CIP. Pertanto, i CIP sono un processo altamente democratico che richiede il consenso di più parti interessate, garantendo che i cambiamenti del protocollo Cardano avvengano solo dopo un’attenta considerazione da parte dei membri chiave della comunità.

Puoi contribuire alle proposte di miglioramento di Cardano qui. Una grande risorsa per iniziare con i CIP può essere trovata in CIP-0001 qui, che definisce il processo di presentazione di una proposta di miglioramento di Cardano.

Project Catalyst e Fund3

Project Catalyst è un esperimento di governance on-chain e tesoreria per la blockchain di Cardano. Guidato da IOHK, per la prima volta, i partecipanti alla rete possono usare la loro quota ada e i diritti di voto associati per aiutare a finanziare i progetti che contano di più per loro.

IOHK ha pubblicamente assegnato [250.000 dollari in ada] (Project Catalyst blasts off into 2021 - IOHK Blog) durante la fase Fund2 di Project Catalyst nel [settembre 2020] (Project Catalyst; introducing our first public fund for Cardano community innovation - IOHK Blog) dopo due precedenti fasi di test. Questo ha stimolato un’enorme quantità di creatività nella comunità Cardano, attirando rapidamente oltre [3.000 utenti registrati e 126 proposte] (Five lessons in blockchain governance - IOHK Blog) sulla piattaforma. I destinatari di Fund2, i primi progetti a ricevere pubblicamente finanziamenti attraverso Catalyst, sono stati [annunciati il 12 gennaio] (Project Catalyst – the first winning proposals - IOHK Blog).

Fund3 ha [ora lanciato] (Project Catalyst blasts off into 2021 - IOHK Blog), mettendo 500.000 dollari in ₳ ada a disposizione dei proponenti, votanti e consiglieri della comunità. Project Catalyst è unico in quanto premia non solo i progetti che cercano finanziamenti, ma anche i votanti e coloro che propongono idee.

Uno degli aspetti più impressionanti di Project Catalyst è un round di finanziamento di sei-otto settimane, che rende disponibili nuovi fondi per i progetti basati su Cardano. Con un nuovo round di voto della comunità ogni volta, ci sono più possibilità per i progetti nuovi e innovativi di essere finanziati in base ai voti della comunità.

Project Catalyst è un buon esempio di governance guidata da una comunità on-chain, la prima incursione di Cardano in un sistema di governance e tesoreria basato sul voto. Puoi partecipare a Project Catalyst su IdeaScale [qui] (https://cardano.ideascale.com/).

Un approccio unico per tutti?

Una buona governance guida la crescita sostenibile dell’ecosistema, assicurandosi che una blockchain continui a sopravvivere e prosperare allocando responsabilmente le risorse per mantenere, adattarsi e far crescere il suo ecosistema.

È improbabile che questo emerga da un approccio unico alla governance decentralizzata. Invece, proprio come la stessa blockchain di Cardano, la governance si evolverà e cambierà in base alle esigenze dei suoi stakeholder, che sono tutti i membri della nostra comunità, così come le entità principali di Cardano.

Nel nostro prossimo articolo sulla governance, approfondiremo alcuni degli aspetti più teorici della governance, compresa un’esplorazione degli elementi fondanti della governance, come assicuriamo la finalità e il consenso delle decisioni, e scopriremo perché la governance su Cardano sfrutta sia i processi on-chain che off-chain.

Avete idee su come la governance decentralizzata possa essere modellata e implementata? Vogliamo sentire i tuoi suggerimenti. Lasciaci un commento qui sotto e partecipa alla discussione.


*Ti è piaciuto questo articolo? La Cardano Foundation vuole condividere le nostre prospettive con il mondo. Contattateci usando il nostro [modulo di contatto] (Cardano Foundation | Contact Us) per avere il contributo di esperti e articoli.

Traduzione di An introduction to decentralized governance on Cardano

1 Like